"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

domenica 31 luglio 2011

La Domenica con Gesù XVIII. La moltiplicazione dei pani e dei pesci

……… per tutti coloro che desiderano lasciarsi guidare dalla Parola di Dio: un commento per meditare e per prepararsi alla Liturgia della Santa Messa domenicale.


"...Prese i cinque pani e i due pesci, alzò gli occhi al cielo, recitò la benedizione..."

Ad una lettura complessiva del brano, si coglie immediatamente il modo di procdere narrativo di Matteo.

Al centro del testo non c'è tanto la singolarità straordinaria del prodigio dei pani moltiplicati, quanto la persona di Gesu' e la relazione che Egli cerca e vive sia con la folla, sia con i discepoli.

Vi si possono distinguere tre scene.

La prima: Gesu' e la folla. Matteo ricostruisce con sobrietà, eppure con intensità, il rapporto e l' incontro tra Gesu' e la folla. Secondo Matteo, relativamente a Gesu', la folla viene presentata come interessata agli spostamenti del Maestro, al punto che essa lo precede e lo attende nel luogo deserto, tanto da provocare la sua sorpresa, la sua commozione e i suoi interventi guaritori sui malati.

La seconda: Gesu' e i discepoli. Sarebbe qui il caso di confrontare il testo di questa scena, con i testi paralleli di Marco, Luca e Giovanni.

Nella varietà narrativa di ciascun vangelo, emergono,comunque, due elementi comuni:

a) i discepoli non sono commossi come Gesu' e gli propongono l'unica soluzione di licenziare la folla.
b) Gesu' li "provoca", dicendo loro di provvedere essi stessi, ottenendone, cosi', una duplice reazione: la dichiarazione della loro inadeguatezza a provvedere a favore della folla; la consegna di quel poco che hanno di proprio.

Il Signore non ci chiede soluzioni a problemi, che non fossero alla nostra portata, bensi', chiede di accettare il proprio limite e di condividere, con chi è nella difficoltà,quel poco che si ha.
La terza: il segno della convivialità. Matteo non ha dato risalto alle guarigioni compiute. Egli mette in evidenza, invece, come Gesu' sia vicino ai malati,si prenda cura di loro e li guarisca.
In particolare, alcuni versetti della pagina evangelica, ci fanno cogliere,pur nella loro sobrietà, un segno tanto caro al Gesu' storico: la convivialità.
Infatti, soltanto Matteo conclude l'incontro con la folla, di cui ha guarito i malati, con un pasto.
Tra le accentuazioni, che il racconto matteano della moltiplicazione dei pani evidenzia, colpisce la "distanza" notevole tra Gesu' e i discepoli rispetto ai bisogni della folle.
L'orazione dell'odierna celebrazione sintetizza, ottimamente, questa interpretazione con le parole, che vale la pena riportare: "O Dio, che nella compassione del tuo Figlio verso i poveri e i sofferenti manifesti la tua bontà paterna, fa' che il pane, moltiplicato dalla tua provvidenza, sia spezzato nella carità, e la comunione ai tuoi santi misteri ci apra al dialogo e al servizio verso tutti gli uomini".

                                                                                                  Anthony Cansas

sabato 30 luglio 2011

Festa pre Palio in piazza S.Rosalia, domenica 31 luglio


Alcune fasi della festa del 2010

Il nostro quartiere domenica 31 luglio con inizio alle ore 20,30 in piazza Santa Rosalia apre le manifestazioni pre Palio con una serata all’insegna dell’allegria e del sano divertimento.

Saranno presentati i cavalieri che si stanno cimentando per entrare a far parte del sestetto che rappresenterà il Monte nel Palio dei Normanni e nella Quintana del Saraceno.

L’animazione è curata da Lina e Carmelo Rubino, nel corso della serata ci sarà la classica degustazione del melone rosso e bianco.

Tutti i quartieranti e la cittadinanza sono invitati a partecipare.

CORONCINA DELLA NOSTRA PATRONA

1348 - 2011



Piazza Armerina festeggia oltre sei secoli e mezzo, per la precisione 663 anni, dal ritrovamento, la Sua Regina, Maria SS. delle Vittorie Patrona del Popolo piazzese e della sua Diocesi.

Di seguito riportiamo la Quindicina (CORONCINA DELLA NOSTRA PATRONA) e l’Offerta, un componimento poetico, dedicato alla storia del Vessillo ed all’apparizione della Madonna a Piazza Armerina, composto nel 1923, dal Vescovo di Piazza Armerina Mons. Mario Sturzo. 
 

QUINDICINA

1
Quest’Immagine sacrata
Della Vergine Maria,
dai nostri avi venerata,
di lontano ci venia;
fu il segnal di gran vittoria
e cagion di nostra gloria.
2
Giacea il popolo fedele,
oramai cento e cent’anni,
sotto l’arabo crudele,
nell’obbrobrio e negli affanni,
invocando invano aita:
ogni speme era svanita.
3
Sorge a un tratto il pio Ruggero;
radunò armi e tesori,
per abbattere l’impero
di quei barbari oppressori;
pria però volse il suo core
al romano almo Pastore.
4
Alessandro lo benedisse,
e gli diede l’immagin pia,
levò gli occhi al celo, e disse:
va, figliuol, per la tua via;
Dio t’assista e la sua Madre.
Vincerai le inique squadre.
5
Va Rugger, fatto sicuro,
va per l’isola gemente;
non c’è torre, non c’è muro
che resista alla sua gente,
cui protegge in ogni assalto
il Vessil che brilla in alto.
6
Il vessillo della Vergine
vola già di terra in terra.
Ecco è salva la Sicilia;
ecco cessa l’aspra guerra,
e in dolcissima armonia
inneggiar s’ode Maria.
7
Dalle ceneri fumanti,
dagl’ingombri dei detriti
sorgon belli i templi santi
al decor dei sacri riti;
e la croce del Signore
brilla al sol con nuovo onore.
8
Ma il Vessillo portentoso
Della nostra alma Regina
Dal guerriero vittorioso
L’ebbe sol Piazza Armerina;
l’adornò di gemme e d’oro;
lo serbò come un tesoro.
9
Lo serbò come un tesoro
Nell’altar del maggior Tempio;
di ben altre gemme e d’oro
--- ai nipoti eccelso esempio ---
L’adornò; gli offerse il core;
gli giurò perenne amore.
10
Cadde poi l’antica Pluzia
Al furor d’altro tiranno;
il Vessillo della Vergine
fu sottratto al comun danno;
ma dal popolo rinato
ahi ! non fu più ritrovato.
11
Quanto pianto, quanti gemiti !
Che cercar lungo e penoso !
Sorge alfine il buon Candilia;
vide in sogno il loco ascoso.
Già alla luce rinvenia
Il Vessillo di Maria.
12
Cessa allor la pestilenza,
e la gente dolorosa
ora esalta la potenza
dell’Immagin portentosa.
Cessa il lutto e cessa il pianto;
s’alza al ciel di grazie un canto.
13
A invocar la nostra Madre
dalle terre circostanti
pellegrin venian a squadre,
e partian lieti e festanti.
E ognor più crescea la gloria
di Maria della Vittoria.
14
Dove è più Vergin Maria,
dove è più l’antica fede,
quando in pianto si venia
a implorar da Te mercede,
e vedeasi in un baleno
far la pioggia e il sereno ?
15
Noi veniam, madre, al tuo piede,
noi veniam pentiti in pianto,
desta in noi l’antica fede;
su di noi stendi il tuo manto;
dacci in vita il tuo sorriso,
e il tuo amplesso in Paradiso.
Ave e Gloria
OFFERTA


Or ti preghiam Maria, nel mesto canto
Per la nostra città che amasti tanto.
Tua sacra Immagin dalla man di Pietro
Fu data al pio liberator guerriero.
Ei sul vessillo la ripose, e in guerra
Tutta percorse la sicana terra.
Ei menava la spada, e tu dall’alto
A lui davi vigor nel fiero assalto.
Ei per te vinse, e fu sol tua mercede
Se tra i nostri avi rifiorì la fede.
Ma niuna bella, popolosa forte
Città, sfuggita alle servil ritorte,
Fu preferita a Piazza, il sacro pegno,
O Maria, del tuo amor visibil segno,
Sol l’ebbe Piazza, e il custodì gelosa,
Ei li venerò come celeste cosa.
Ma poi che d’altre guerre e d’altri danni
Piazza fu segno, ed ebbe immensi affanni,
Non trovò più l’Immagine sacrata,
Cautamente al furor empio inviolata.
E non s’udian che gemiti e preghiere
Di e notte ferir l’eccelse sfere.
Ma al buon Candilia tu parlasti al core,
Ei rivenne il segno dell’amore;
E fu gran gioia e fu gran plauso e festa,
E dei mali cessò l’aspra tempesta;
Ed ora ci sorridi in questo tempio,
D’amor filiale memorando esempio
Noi ci doniam a te; tu del tuo manto
Copri questa Città, che amasti tanto;
Mostra anche a noi il tuo materno viso
E menaci con te nel paradiso.
Così sia

50 mila visite

 ..UN TRAGUARDO..



Domenica 20 settembre 2009 scrivevamo il primo post, iniziando un’avventura senza precedenti; il 7 dicembre 2009, veniva posto in essere il contatore al Blog che iniziava a contare gli utenti che giornalmente ci seguono, dall’Italia, dall’Europa e dall’America, piano piano sono state raggiunte le 5.000, le 10.000 le 30.000 visite… ed oggi abbiamo orgogliosamente sforato 50.000 visitatori in 22 mesi.

Grazie a Tutti coloro che ci seguono costantemente, perché siete lo stimolo ad andare avanti e a fare di più, consapevoli anche di fare un servizio ai numerosi concittadini sparsi qua e là per l'Italia e di ciò siamo straordinariamente contenti certi di portare loro, il profumo, l’atmosfera, il piacere di vedere e conoscere ciò che si fa in città.

Grazie a Google per il servizio; il nostro Blog di quartiere continuerà anche nel prossimo futuro a perseguire la linea “editoriale” di informazioni e annunci sulla vita del Nobile Quartiere Monte, non disdegniando puntate sulle realtà della città.

Non sappiamo se domani saremo definiti i pionieri di una tendenza che negli ultimi anni si è sviluppata e che potrebbe essere il prossimo passo della cosiddetta informazione democratica fatta dai cittadini per i cittadini.

A questo fenomeno dovranno porre una maggiore attenzione la classe politica che amministra la città, per ascoltare ed accogliere le istanze dei cittadini e, il mondo del commercio e dell’imprenditoria per realizzare un migliore e più efficace marketing “porta a porta”.

Una cosa è certa, la comunicazione del prossimo futuro non avrà limiti, e noi a Dio piacendo ci stiamo attrezzando.

Che altro dire se non 50.000 VOLTE GRAZIE A TUTTI - Danke von Herzen - Thanks of heart - Merci de coeur - Gracias de corazón.

                                                              Filippo Rausa

Caffè concerto a cura della Caffetteria del Monte


Questa sera in piazza Generale Giunta, la Caffetteria del Monte con inizio dalle ore 20,15 circa, propone un caffè concerto che si protrarrà fino alla mezzanotte.

Siete tutti invitati a partecipare....... il divertimento è asicurato.

2° Trofeo dedicato a GAETANO ADAMO

Gruppo Giovanile Interparrocchiale GIOVANI ORIZZONTInelle sedi di:
Istituto Suore della Sacra Famiglia di Piazza Armerina
Parrocchia San Lorenzo di Aidone
FESTA GIOVANI ORIZZONTI 3°EDIZIONE
2° Trofeo dedicato a
GAETANO ADAMO
Animatore dei gruppi giovanili ecclesiali

INVITO A PARTECIPARE:

Destinatari: Associazioni, gruppi, negozi e realtà che operano nel territorio di Piazza Armerina.
Carissimi …Anche quest’anno stiamo organizzando la festa GIOVANI ORIZZONTI per tutte i privati, le associazione e le realtà presenti a Piazza Armerina che intendono partecipare donando un trofeo a nome dell’associazione di appartenenza dedicato a Gaetano Adamo.
Possono contattarci chiamando il numero 338\3934693.
*La quota per un trofeo donato è di €20 da inviare al nostro gruppo giovani assieme al logo dell’Associazione o gruppo di riferimento.
NB/ Bisogna dare la risposta entro il 2 Agosto per poter già realizzare la locandina.
*NB: la data della festa sarà intorno ai primi di Settembre presso la SCUOLA DELL’INFANZIA “L. CAPUANA” PLESSO TRINITA’ IN VIA SANT’ELIA
Parteciperanno alla festa le famiglie, le associazione e le realtà giovanili presenti nel territorio di Piazza Armerina.
____________________________________________________________________
* REGOLAMENTO Per i partecipanti alla gara preparare uno dei seguenti settori tematici.
MUSICA – BALLO – TEATRO – POESIA – FOTOGRAFIA – PITTURA – DISEGNO
La gara sarà giudicata da una commissione. – il tempo disponibile per ogni partecipante èdi 3 minuti .
- Si può partecipare alla gara singolarmente o in gruppo ( max 5 persone)
- Per i partecipanti alla gara dare la conferma entro il 17 agosto al numero 338,3934693 e-mail giovaniorizzonti10@libero.it

I fratelli Cattolici Ortodossi in pellegrinaggio dalla Madonna delle Vittorie

Domenica 7 Agosto 2011, alle ore 16,30, Corteo (da San Giuseppe alla Cattedrale) di Ortodossi, appartenenti al Patriarcato di Romania, che renderà omaggio, col canto dell'Inno "Acatistos", all'icona della Madonna delle Vittorie.

I Parroci ed i Sacerdoti, nelle Messe, faranno, cortesemente, appello alle famiglie della Città e dei Centri viciniori, affinchè consentano e/o facilitino ai nostri fratelli e sorelle badanti di partecipare all' evento.

Questa comunità, che solo a Piazza Armerina è costituita da non meno di trecento persone, dispone già, grazie al Vescovo, dei locali annessi a San Giuseppe per incontri e calebrazioni liturgiche.

Valida la presenza di Padre Michele Bila, sacerdote cattolico, nato in Romania e quella di Padre Daniel Bacauanu, sacerdote ortodosso, anche lui di lingua romena.

Insieme ai Cattolici ed agli Evangelici, gli Ortodossi hanno fatto già un piccolo cammino nel dialogo ecumenico, partecipando alla Giornata Nazionale per la Salvaguardia del Creato, alla Marcia della Pace e alla Veglia di Preghiera per l'Unità dei Cristiani.

Quello del 7 Agosto appare come un segno di apprezzamento per la nostra terra. Oltre alla presenza del Parroco Filippo Bognanni, è prevista, in Cattedrale, anche la partecipazione alla cerimonia da parte del Vescovo, Mons. Michele Pennisi.

                                                                                                          Mons. Antonio Scarcione

venerdì 29 luglio 2011

30 luglio, iniziano i festeggiamenti alla Madonna delle Vittorie

Trascorre il tempo e con esso, tramontano gli usi, le tradizioni, ed ogni cosa in genere.
C’è una cosa, però, che per il popolo Piazzese non passa, non tramonta, non viene divorata dall’oblio, questa è il tradizionale mese di Agosto, il mese dedicato a Maria Santissima delle Vittorie, “a Madonna ‘a Cattedràl”.

Un quadro per alcuni, una splendida icona per gli studiosi d’arte che la vorrebbero nei musei, l’immagine di una Madre, invece, per l’intero popolo piazzese, per quel popolo che ha legato indissolubilmente a Lei, la sua intera storia, custodendola gelosamente ed ottenendone sempre protezione.
Un dare e ricevere conscio, però, del poco che si è dato e si da, in rapporto a quanto elargito dalla “Bedda Matri”.
Lodata nei momenti di grande gioia. Invocata in ogni occasione di pericolo e dolore: guerre, pestilenze, carestie e terremoti, nelle cui avversità, i nostri avi ci hanno tramandato la Sua costante e potente intercessione.
Il popolo, nel ringraziarla, ha costruito in suo onore un gran Tempio, arricchendolo di infinite bellezze; si è privato, per voto, di meravigliosi gioielli, per rivestirla d’oro, forse quasi a continuare l’opera, così come cominciata, da colui che stese una foglia d’oro per realizzarLe lo sfondo. Tesoro materiale ma allo stesso tempo spirituale, purtroppo spesso sottratto da furti sacrileghi, ma sempre nuovamente arricchito dai Piazzesi, in lacrime nel vederla messa a nudo.

E in suo onore, ad immemorabili, il caldo mese di Agosto a Piazza Armerina si tinge d’azzurro. La città mariana dedica quasi l’intero mese a Lei, recandosi in massa ai suoi piedi, dimenticando vacanze, mare e tutti gli altri impegni.

Tutto ha inizio il 30 luglio, con il canto del Vespro e la solenne apertura del fercolo che custodisce la Sacra Icona. Questa data segna l’inizio di un cammino di spiritualità, fatto di quindici giorni, quindici passi realizzati da centinaia di devoti che tutte le mattine, all’alba, “salgono” in Cattedrale per la recita della Quindicina, illuminata preghiera, composta dal grande vescovo Mario Sturzo, con la quale si ricorda la millenaria storia della miracolosa Immagine, il grande amore del popolo Piazzese per Lei e la costante richiesta di protezione per la città e i suoi abitanti.

Questo cammino quasi a metà del percorso, si intensifica: giorno 5 Agosto, in una Cattedrale gremita, a “Madonna scinn”. In preghiera, in un’atmosfera quasi sovrannaturale, in un religioso silenzio, si realizza il cerimoniale più scenico ed emozionante.
Durante la celebrazione, il pesante fercolo che custodisce la Sacra Immagine viene prelevato dall’altare maggiore e, mantenendosi sospeso in aria per alcuni lunghissimi minuti, discende lentamente ed è collocato sul piano del presbiterio per essere subito svelato, sciogliendo, così, al grido di “Viva Maria” del Parroco, il silenzio che ha suggellato la discesa.
È questo il primo e commovente abbraccio tra la Madre e i suoi figli.

Nei giorni successivi: le celebrazioni per la famiglia, per le vocazioni, per le forze armate, per i bambini, per i benefattori, ci portano incessantemente a giorno 15, il giorno della festa dei Piazzesi perché festa della Madre, festa liturgica dell’Assunta. In quel giorno le campane della Cattedrale non si stancano di suonare, diffondendo l’atmosfera della festa in ogni angolo della città e dell’agro circostante.
In quel giorno tutti, almeno per un minuto, passano a rendere omaggio alla Madonna delle Vittorie, loro Patrona. È il giorno del secondo abbraccio, quello più lungo, ancora più emozionante del primo.
La sera, alle 20.00, al dolce suono di una campanella d’argento, più di cinquanta uomini, gridando “Viva Maria”, sollevano il fercolo sulle proprie spalle per portarlo, dietro una lunga processione di devoti, lungo le strette e antiche vie del centro storico; dai cui balconi, gli abitanti, superbamente, concretizzano l’atteso e fugace incontro del proprio sguardo con quello dolcissimo della Madonna, in una prospettiva del tutto unica e diretta.

Quel Suo sguardo, entra anche all’interno delle case, come una di casa, così da ricordare che Lei è presente in ogni istante della nostra vita, in ogni luogo della nostra quotidianità.

Poi, la processione fa ritorno in Cattedrale. Questa e quasi totalmente al buio, perché spoglia del suo bene più prezioso, spoglia della ragione per cui fu ideata, progettata ed edificata.
Per questa ragione, quando il fercolo quasi raggiunge il presbiterio, la Basilica viene istantaneamente illuminata a giorno, tra il batter di mani dei fedeli, lo sventolio dei fazzoletti azzurri dei portatori e il suono di tutte le sue campane esterne ed interne.
All’indomani, invece, il primo giorno del distacco. L’immagine di Maria viene riposta nuovamente sull’altare maggiore, nel suo trono; sei giorni dopo – ottava della festa –, tornerà ad essere nuovamente velata.
In quel momento tutto si compie. In quell’istante, migliaia i pensieri, le preghiere, le ansie e i tormenti, le lodi e i ringraziamenti che ogni presente affida alla Madonna.
Un momento di tristezza dovuto alla sottrazione dalla vista del Suo dolce volto, ma allo stesso tempo, un momento di profonda fede, nella certezza di essere ascoltati e presto confortati ed esauditi, essendo Lei, Patrona benevola e Avvocata nostra presso Dio.

Oggi e sempre VIVA MARIA SANTISSIMA DELLE VITTORIE.

                                                                                                   Mariano Gianluca D'Alù

I risultati della 2^giornata di selezioni Monte e Casalotto


Di seguito riportiamo i punteggi della 2^ giornata, del Monte e del Casalotto e la classifica parziale dei singoli cavalieri.

Si inizia a determinare la classifica finale con i primi sei cavalieri che comporranno la squadra che rappresenterà i quartieri nel corso della Quintana del Saraceno.



MONTE

1. LA PORTA FILIPPO __65__
2. TAGLIERINO SALVATORE___45__
3. CIFALU’ SALV.TORE ___45__
4. TAGLIERINO IVAN ___45__
5. CALABRESE GIUSEPPE ___40__
6. BILARDO CARMELO ___25 __
7. STIVALA DENNY ___5__
8. REALE SANTI ___assente__
9. ABATE ALFREDO___assente__
10. MARINO GAETANO___assente__

CLASSIFICA ALLA 2^ GIORNATA
MONTE

1. TAGLIERINO SALVATORE___97,5__
2. LA PORTA FILIPPO __90__
3. CALABRESE GIUSEPPE ___85__
4. CIFALU’ SALVATORE ___75__
5. BILARDO CARMELO ___70 __
6. TAGLIERINO IVAN ___65__
7. STIVALA DENNY ___35__
8. REALE SANTI ___15__
9. ABATE ALFREDO___assente__
10. MARINO GAETANO___assente__


CASALOTTO

1. ARENA CHRISTIAN __60_

2. VITALI GIUSEPPE __45__
3. CAMPAGNA MARIO __40__
4. DIANA FILIPPO __35 __
5. CAMPAGNA LUIGI __35__
6. SEGGIO SALVATORE __25__
7. CARBONE YARIN___20__
8. PAFUMI LAURETTA FILIPPO __5__
9. ARENA GAETANO __squalificato__
10. SPITALE ANDREA __assente__
11. ABATI CALOGERO __assente__
12. SORRENTINO EMANUEL__assente__
13. ALBERTI MARIO__assente__
14. CAMPAGNA ANTONINO__assente__
15. SPITALE MARIO___assente__

CLASSIFICA ALLA 2^ GIORNATA

CASALOTTO


1. ARENA CHRISTIAN __105_
2. CAMPAGNA MARIO __80__
3. DIANA FILIPPO __77,5 __
4. CAMPAGNA LUIGI __70__
5. SEGGIO SALVATORE __55__
6. VITALI GIUSEPPE __55__
7. CARBONE YARIN___25__
8. PAFUMI LAURETTA FILIPPO __20__
9. ARENA GAETANO___15__
10. SPITALE MARIO___10__
11. ABATI CALOGERO __0__
12. SORRENTINO EMANUEL__0__
13. ALBERTI MARIO__assente__
14. CAMPAGNA ANTONINO__assente__
15. SPITALE MARIO___assente__

giovedì 28 luglio 2011

Venerdì 5 agosto, lo spettacolo teatrale "Re Porco"

Riceviamo e Pubblichiamo

La Cooperativa Aquarius di Piazza Armerina, giorno 5 agosto alle ore 21.30 c/o l’atrio Biblioteca comunale rappresenterà lo spettacolo


“RE PORCO”
tratto da una novella di Francesco Lanza.

La rappresentazione che vede da protagonista NICOLETTA URSO LOTARIO (nella foto) è una performance di oltre 1h dove l’attrice si esibisce con eccezionale sicurezza ed impareggiabile capacità espressiva.

Già il regista – Claudio Folco Russo – oltre 20 anni fa aveva proposto nell’ambito del teatro di narrazione un inedito ed originale “Mistero buffo”.

Con la sceneggiatura a quattro mani in dialetto catanese del testo del valguarnerese Francesco Lanza, viene completato un ciclo dove le doti ed il talento dell’attrice vengono valorizzati in tutti i loro aspetti.

La storia: “un povero contadino in una terra da cui erano passati i Greci come stanziali, trova una moneta su cui è raffigurata la testa di un maiale con una corona. Per un povero disgraziato trovare così tanta fortuna (la moneta ritrovata è di puro oro zecchinoi!) è un fatto miracoloso che gli permetterà di indurlo a sognare mare e monti.

Ma……………………..seguono tutte le traversie che dovrà affrontare con diverse persone a lui care o meno.

Dalla madre alle sorelle, dal parroco del paese al venditore di orecchini, dal perfido cravattaro a ricchi benestanti.

Non ultima Caterina, una donna ammaliatrice che gli farà perdere la testa”.

Nicoletta Urso dà in questo spettacolo il meglio delle sue “capacità e strabilianti doti istrioniche interpretando tutti i personaggi passando da un ruolo all’altro con estrema bravura e sottile ironia”. Così si è espresso Ezio Donato – Direttore del Teatro Stabile di Catania, responsabile del settore ragazzi.
E’ previsto l’ingresso a pagamento di € 5,00

                                                                                                 Il portavoce Aquarius
                                                                                                   (Marco Avanzato)

2^ giornata di Selezioni ufficiali per il Palio


Pomeriggio al Sant'Ippolito con ingresso gratuito, avrà luogo la 2^ giornata di Selezioni ufficiali per il Palio dei Normanni con in campo i quartieri Monte e Casalotto.
A tutti i Cavalieri impegnati un buon lavoro.

Il cavaliere Angelo Giunta si ferisce nel corso delle selezioni



Attimi di panico durante le Selezioni ufficiali del Palio, infatti il Cavaliere Angelo Giunta del quartiere Castellina nell'effettuare la prima prova, assalto al saraceno con la lancia da gara, nell'impattato della lancia nello scudo del saraceno, questa gli è tornata contro colpendolo sulla fronte.

Immediatamente soccorso e trasportato in Ospedale, fortunatamente ha ripreso conoscenza non riportando alcuna lesione interna.

Ad Angelo va il nostro più sincero augurio.

Per la cronaca, la prova di selezione della giornata che vedeva impegnati i cavalieri dei quartieri Castellina e Canali è stata sospesa e rinviata.

mercoledì 27 luglio 2011

Ricollocazione guard rail sulla strada provinciale 15 - Piazza Armerina

A Sig. Presidente della Provincia reg. di Enna dott. Giuseppe Monaco

Al Sig. Sindaco di Piazza Armerina prof. Fausto Carmelo Nigrelli
                                                                                                                       LORO SEDI

Piazza Armerina  27 luglio 2011

Oggetto: ricollocazione guard rail sulla strada provinciale 15 - Piazza Armerina



S.P.15 (ponte c/da Indirizzo)

Egregio Sig. Presidente, sig. Sindaco,
lo scrivente Filippo Rausa presidente del Comitato nobile quartiere Monte della città di Piazza Armerina con la presente per rendere edotte le SS.LL. che lungo la strada provinciale 15, importante arteria che oltre a condurre alla Villa Romana del Casale, porta a Barrafranca, all’altezza del depuratore di c/da Indirizzo, sopra il ponte che sovrasta il fiume Gela, il guard rail da circa un anno è totalmente divelto, presentando una rischiosa situazione di assoluta pericolosità per il transito viario, per l’incolumità dei passanti e degli automobilisti.


S.P.15 (ponte c/da Indirizzo)
Inoltre lo stesso è ricoperto dalla vegetazione che potrebbe indurre confusione ad un distratto automobilista.

Pertanto, al fine di scongiurare possibili incidenti, si Chiede un immediato intervento per rimettere in sicurezza il suddetto guard rail.

Certo di un Vostro sollecito intervento, cordialità.

                                          Il Presidente
                                         Filippo Rausa



S.P.15 (ponte c/da Indirizzo)
S.P.15 ponte c/da Indirizzo - veduta degli orti
S.P.15 ponte c/da Indirizzo - veduta del fiume Gela
                                                                                             



martedì 26 luglio 2011

I risultati della 1^giornata di selezioni Monte e Casalotto


L'aquila, l'emblema araldico del quartiere Monte

Questo pomeriggio ha avuto ufficialmente inizio la 56^ edizione del Palio dei Normanni, con la prima giornata di selezioni tra i cavalieri iscritti nel quartiere Monte e nel quartiere Casalotto.

Di seguito riportiamo i punteggi dei singoli cavalieri, che sommati alle altre due giornate di selezioni di Giovedì e lunedì, determineranno la classifica finale con i primi sei cavalieri che comporranno la squadra che rappresenterà i quartieri nel corso della Quintana del Saraceno.



PUNTEGGI CAVALIERI GIOSTRANTI
1^ GIORNATA


MONTE

1. TAGLIERINO SALVATORE___52,5__
2. BILARDO CARMELO ___45 __
3. CALABRESE GIUSEPPE ___45__
4. CIFALU’ SALV.TORE ___30__
5. STIVALA DENNY ___30__
6. LA PORTA FILIPPO __25__
7. TAGLIERINO IVAN ___20__
8. REALE SANTI ___15__
9. ABATE ALFREDO___assente__
10. MARINO GAETANO___assente__

CASALOTTO

1. ARENA CHRISTIAN __45_
2. DIANA FILIPPO __42,5 __
3. CAMPAGNA MARIO __40__
4. CAMPAGNA LUIGI  __35__
5. SEGGIO SALVATORE __30__
6. ARENA GAETANO __15__
7. PAFUMI LAURETTA FILIPPO __15__
8. VITALI GIUSEPPE __10__
9. SPITALE ANDREA __10__
10. CARBONE YARIN___5__
11. ABATI CALOGERO __0__
12. SORRENTINO EMANUEL__0__
13. ALBERTI MARIO__assente__
14. CAMPAGNA ANTONINO__assente__
15. SPITALE MARIO___assente__

Al via le Selezioni del Palio dei Normanni


Alcune fasi dell'incontro di giovedi 21 luglio con i cavalieri


Martedì pomeriggio alle ore 18,00 al campo Sant’Ippolito con ingresso libero, avrà luogo la prima delle tre giornate di Selezioni ufficiali della 56^ edizione del Palio dei Normanni.

La prima giornata vedrà schierati al Sant’Ippolito i cavalieri iscritti nei rispettivi quartieri Monte e Casalotto, due quartieri che hanno fatto la storia della Quintana del saraceno poiché insieme anno vinto ben 37 delle 55 edizioni fin ora svolte.

Il sorteggio per il secondo anno consecutivo ha accoppiato due Quartieri rivali e “nemici per eccellenza” infatti nella classifica generale il nostro quartiere Monte primeggia nell’albo d’oro di una lunghezza 19 contro le 18 vittorie del Casalotto.

Complessivamente sono 10 i cavalieri iscrittisi al Monte e 15 nel Casalotto, ognuno di loro inizialmente gareggerà per se stesso affrontando nelle quattro prove di abilità e destrezza l’effigie del saraceno; i cavalieri che nelle tre giornate effettueranno il maggiore punteggio comporranno il sestetto della squadra che il 14 agosto sfiderà i restanti quartieri per la conquista del Vessillo papale di Maria SS. delle Vittorie.

A tutti i Cavalieri un imbocca al lupo e Forza Monte

lunedì 25 luglio 2011

Piazza d'Estate 2011

L’Assessore alle Feste e Tradizioni, Lillo Cimino ha ufficializzato il programma della manifestazione Piazza D’Estate che avrà inizio il 28 luglio per concludersi l’11 settembre.
Si parte con Piazza Jazz, manifestazione che ormai ha raggiunto una rilevanza nazionale e che prevede quattro giorni in cui si esibiranno artisti come Stefano Bollani e Gino Paoli.
Di seguito il calendario delle iniziative.