"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

martedì 31 gennaio 2012

Michael Murabito genialità ed estro di casa nostra

Da Catania ci giunge una notizia interessante, che riteniamo divulgare perché interessa un nostro concittadino, un grande talento, Michael Murabito.

A Catania dal 27 al 29 Gennaio 2012 si è svolta la Game Global Jam, una competizione di programmazione/grafica in cui i partecipanti in 48h non stop devevono realizzare un videogioco con un tema che viene rilasciato in contemporanea mondiale.

L'evento di Catania sponsorizzato dalla E-Ludo Lab è stato fatto alla vecchia dogana e vi ha partecipato un nostro concittadino Michael Murabito che ha vinto uno dei premi messi a disposizione dal GTUG Catania (Google Tecnology User Group) per il miglior gioco sviluppato in HTML5.




Il titolo del gioco è Uroboro in Time, consiste nella ricostruzione 3D navigabile e interattiva della vecchia dogana con enigmi da risolvere.

A Michele il nostro più vivo apprezzamento per la genialità e l’estro.

Pur non essendo riusciti a contattarlo personalmente, indichiamo il suo profilo su facebook.

Celentano ci ripensa e devolve il compenso

Il Molleggiato spegne le polemiche: le 350mila euro per serata saranno donate ad “Emergency” e alle famiglie povere segnalate dai sindaci di sette città diverse
Dopo aspre polemiche che sono corse veloci attraverso i social network (Facebook in testa), anche noi avevamo appreso la notizia con molta contrarietà, pubblicando un post al vetriolo, lo stesso Adriano Celentano chiude la diatriba sul suo compenso per partecipare alla prossima edizione del festival di Sanremo, con un colpo di teatro dei suoi: il compenso di 350mila euro a serata andrà devoluto ad Emergency e alle famiglie povere.
«Il contratto prevede che partecipi a una, due o tutte le serate; oggi nessuno sa quante ne farà. Se ne farà una, percepirà 350 mila euro, se ne farà due prenderà 700 mila euro, se ne farà tre, quattro o tutte e cinque percepirà un compenso di 750 mila euro.
Celentano ha cominciato a contattare sette sindaci che chiama “i magnifici sette” (Milano, Roma, Firenze, Napoli, Verona, Cagliari e Bari, ndr), di tutte le aree politiche, e ha chiesto di segnalargli nomi di famiglie in assoluta povertà, assolutamente bisognose.
Nel caso in cui compenso 350mila: 100 mila a ospedale Emergency fuori Italia in zona di guerra, 250 mila a tredici famiglie; nel caso di 750 mila, 500 mila euro ad alcuni ospedali di Emergency che stanno per chiudere e il resto a venticinque famiglie».

Per il mio Amico Nicola; Caro Nicola, come vedi il populismo, qualunquismo in Italia va di moda, se ne contano oltre venti milioni, tutti indignati a tal punto che Celentano ha capito ed è corso ai ripari.  

lunedì 30 gennaio 2012

Medaglia d'Onore a Carmelo La Versa nel "Giorno della Memoria"

Riceviamo e Pubblichiamo
 
Un nostro quartierante il concittadino Dott. Gaetano La Versa, ci comunica quanto segue:

Carmelo La Versa, Isola di Creta 
  
Il giorno 27 gennaio 2012 nel Salone di Rappresentanza del Palazzo del Governo di Messina, in occasione del "Giorno della Memoria" è stata concessa la Medaglia d'Onore per i cittadini italiani, militari e civili deportati od internati nei lager nazisti.

Tra i diversi titolari di tale onore vi è stato anche il sig. LA VERSA CARMELO (papà del Dott. Gaetano), nato a Piazza Armerina nel 1919 e arruolato nella Marina militare il 17 agosto 1939, partecipò alle operazioni di guerra col Comando marina san Nicola (Creta), dal 29 aprile 1942 al 10 settembre 1943. Catturato dalle Forze armate tedesche fu deportato nel Stamlager XVII -B di Kremes - Gneixendorf dove vi rimase fino al 7 agosto 1945 prima di essere rimpatriato.

Proseguì il servizio per lo Stato italiano nel corpo delle Guardie di P.S. quale appuntato presso il Commissariato Porto di Messina.



Dott. Gaetano La Versa

Nella sua lunga carriera (17 agosto 1939 - 22 giugno 1974 data del suo collocamento in pensione), si è fregiato di 2 Croci al Merito di Guerra e di n° 2 distintivi periodo bellico 1942/1945, nonché di medaglia d'argento al Merito di Servizio (4 maggio 1962) e di encomio per l'attività svolta durante l'affondamento del rimorchiatore "Pioniere" il 28/03/1967 a Messina.

A ritirare la Medaglia conferita è stato il figlio Dott. Gaetano La Versa.       


Premiato Luca Storia a "Sala delle Luci"

Organizzata dall’amministrazione comunale di Piazza Armerina una emozionante cerimonia presso il salone di rappresentanza del municipio armerino, in onore del giovane 13enne concittadino Luca Storia, con la consegna di un premio e di una pergamena da parte del sindaco della città Fausto Carmelo Nigrelli insieme all’assessore comunale alle politiche sociali Lina Grillo.
Il sindaco Carmelo Nigrelli nel consegnare il riconoscimento da parte della Città , ha ricordato ai presenti che Luca è l’unico siciliano degli otto giovani prescelti per il conferimento nel 2011 dell’importante Attestato d’Onore di Alfiere della Repubblica citando le nobili motivazioni e aggiungendo:“ La città di Piazza Armerina è orgogliosa e onorata di vantare tra i figli della sua terra un giovane come Luca, ringrazio a nome della nostra comunità il nostro giovane Alfiere e tutta la famiglia Storia oggi qui presente per l’esempio di grande abnegazione e per lo spirito di solidarietà presente nelle radici familiari”.
Particolarmente emozionati i nonni di Luca, Lina e Filippo Storia, originari del nobile quartiere Monte, i cui componenti del comitato erano presenti alla cerimonia insieme con il presidente Filippo Rausa che ha sottolineato: “Ci ha fatto piacere condividere insieme a Lina e Filippo nostri quartieranti, questo momento di grande gioia per la loro famiglia.

L’impegno sociale della famiglia Storia nel nostro quartiere è sempre costante: Filippo Storia è per noi il punto di riferimento del gruppo dei Lamentatori della Collegiata del SS Crocifisso”.

Il papà Claudio, Cavaliere della Repubblica, e maresciallo dei carabinieri in servizio a Villafranca Tirrena ha detto:” Insieme a mia moglie Beatrice ringraziamo il sindaco Nigrelli e l’intera amministrazione comunale della mia città natia per aver voluto onorare nostro figlio Luca con questa cerimonia, porteremo sempre nel cuore questa bella giornata” . 
Nel corso del primo pomeriggio Luca e la sua famiglia hanno incontrato il vescovo della diocesi di Piazza Armerina, mons. Michele Pennisi che si è complimentato per il coraggio civile e sociale mostrato dal giovane piazzese e per il suo alto senso civico.     
          
                                                                                         Marta Furnari


Corso di Formazione per Animatori di… Grest

         
           Consultorio Familiare Diocesano                                         
               Piazza Armerina    
                                          
         Istituto Suore della Sacra Famiglia 

    Corso  di  Formazione  per  Animatori  di......  Grest 

Destinatari sono tutti i ragazzi (del Dopo Cresima) giovani e quanti dopo un cammino di formazione ed impegno sono chiamati a rispondere con una scelta all’impegno di un cristianesimo maturo e operoso.
Quest'estate ritorna il GREST. Se vuoi prendere parte a questa  esperienza come animatore, non mancare, allora, a questo appuntamento, allo stesso modo ti chiediamo di estendere questo invito a quanti ritieni possano accoglierlo con   entusiasmo. Saranno i Benvenuti !...      

Competenze Essenziali:  Conoscenza degli altri, attraverso la conoscenza di se stesso.            
Calendario degli incontri:

1° INCONTRO 
domenica 5 febbraio ore 18,30 - Consultorio Familiare Diocesano

  tema: Auto – presentazione percezione della realtà.

2° INCONTRO
domenica  4 marzo ore 18,30 - Consultorio Familiare Diocesano
                              

 tema: Ascolto Empatico dell’Altro/a
3° INCONTRO
domenica 6 maggio  ore 18,30 – Parrocchia San Lorenzo - Aidone                               

Tema: Importanza del feedback (retroazione) nella relazione e/o   dialogo all’interno del gruppo

4° INCONTRO
sabato 2 giugno ore 15,00 – Seminario estivo di Montagna  Gebbia – P. Armerina
                           
tema:  Ruolo e responsabilità dell’animatore nella conduzione del  gruppo .
– al termine, conclusione della giornata  del corso con  la Santa Messa

* Gli incontri saranno guidati da esperti dell’Equipe del Consultorio diocesano

Siate sempre lieti Nel Signore
                                    
Il 2012 è l’anno del Racconto delle grandi cose che il Signore ha certamente fatto e continuerà a fare nella vita di tanti giovani che sono stati a Madrid e nelle nostre chiese.
                                                                        * Tempo Max per Iscriversi  entro il 30 gennaio 2012

Punti di Riferimento: zona di Piazza Armerina (Davide Campione – Animatore di Pastorale Giovanile cell. 338\3934693) - zona di Aidone (Paola Dimarco -  Consacrata Ordo Virginum cell. 327\9071054)

Servizio di Pastorale Giovanile                                                          E-mail giovani orizzonti10@libero.it

domenica 29 gennaio 2012

La Rai ci obbliga a pagare il canone e poi butta 750.000 € per Celentano


Sabato, così come tanti concittadini sono andato a pagare il canone Rai presso l’ufficio postale del quartiere Monte, poca gente allo sportello ed in un batter d’occhio avevo già pagato il tributo; vado nel vicino bar per un caffè e mentre sfoglio le cronache del giornale La Sicilia, vengo attratto da una di quelle notizie assurde che ci fanno imbestialire, la Rai avrebbe concordato con Celentano un compenso di 330.000 €uro a puntata per partecipare a Sanremo.

Ci obbligano a pagare il Canone presentandocelo come un tributo, uguale a tutte le tasse imposte dallo Stato, pur raccontandoci giornalmente della difficoltà di milioni di famiglie in Italia ad arrivare a fine mese, della crescente e galoppante crisi finanziaria e loro che fanno, regalano ad un matusalemme 750 mila euro.
Queste sono le vergogne italiane, Celentano attraverso sua moglie, Claudia Mori che gli fa da manager, chiede compensi faraonici in tempi di crisi, e pensare che lui fino a ieri era considerato un moralizzatore che lottava per i diritti dei più poveri.
Come può la RAI che gestisce il denaro da noi versato buttarlo in tale modo?
Udite, udite, Celentano percepirà 300mila euro a puntata con un cachet massimo di 750mila euro.
A quanto pare le esibizioni saranno di circa 20 minuti. Considerando che molte famiglie italiane si sono trovate in serie difficoltà a pagare i 112 euro di Canone come si fa a non arrabbiarsi ?.
Chi ci Governa vive in un mondo parallelo ma 112 euro sono il 10% di uno stipendio medio, stipendio che già non permette di arrivare a fine mese.
Quante famiglie servono per pagare Celentano?  750.000/112= 6.696, gli sforzi di migliaia di italiani per pagare 20 minuti di “spettacolo” di un uomo.. ma ci rendiamo conto
E pensare che proprio in questo fine settimana gli esattori di acquaenna hanno fatto il bello e il cattivo tempo in giro per il quartiere Monte, “portando via” un bel po’ di contatori di acqua per mensilità non pagate, proprio perche la gente é  disperata e non sa più come campare.
Se queste non sono ingiustizie e in barba all’austerità predicata da Mario Monti, povera Italia, per la cronaca nell’ultimo anno al nostro Comune di Piazza Armerina il Governo nazionale ha trasferito in meno oltre Un milione e mezzo di €uro…..  VERGOGNA
                 Filippo Rausa

Gli anziani che non devono pagare il canone Rai



Informiamo che sono esentati dal canone RAI le persone che al 31 gennaio abbiano compiuto 75 anni di età ed ha un reddito familiare inferiore a 516,46 euro mensili per tredici mensilità, cioè 6713,98 euro annui, può quindi presentare la domanda per l’esenzione.
Il reddito viene calcolato non solo tramite la pensione, ma anche sommando i redditi relativi alle proprietà, ai titoli, e agli interessi sui depositi bancari, escluse le pensioni di guerra, le rendite dell’INAIL i TFR e le pensioni di invalidità civile.
Le domande per l’esenzione compilate su apposito modulo vanno spedite mediante raccomandata all’Agenzia delle Entrate, Direzione Provinciale I di Torino, oppure consegnate personalmente presso gli uffici territoriali dell’Agenzia.
Per maggiori informazioni si invitano i quartieranti a telefonare al numero verde 800 145 078, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00: si tratta del servizio di “Linea d’argento”, iniziativa del Movimento Consumatori promossa per far conoscere alle persone anziane agevolazioni e servizi messi a disposizione dagli enti locali, aziende private e pubbliche.

Aderisci al Comitato di Quartiere


Da lunedì avrà inizio il Tesseramento dei Soci ordinari del Comitato di Quartiere.
Se abiti nel Quartiere e credi che sia giunta l’ora anche per Te di fare qualcosa di utile per il nostro territorio sempre decantato dalla politica e ancor più facilmente dimenticato da tutti, Unisciti a Noi.
Partecipa in prima persona alla vita del Tuo Quartiere.

Vienici a trovare nei locali della sede di via Vittorio Emanuele, 19 tutti i lunedì dalle ore 18,30 alle 21,00
per ritirare il modulo di adesione, o informati con i soci che compongono il consiglio direttivo.

sabato 28 gennaio 2012

La Domenica con Gesù, IV del Tempo Ordinario


 ……… per tutti coloro che desiderano lasciarsi guidare dalla Parola di Dio: un commento per meditare e per prepararsi alla Liturgia della Santa Messa domenicale.  
I Lettura. " Il Signore, tuo Dio, susciterà per te, in mezzo a te, tra i tuoi fratelli, un profeta pari a me.     A lui darete ascolto ! "... Dt 18, 15-20
II Lettura. " Fratelli, io vorrei che foste senza preoccupazioni: chi non è sposato si preoccupa delle cose del Signore, come possa piacere al Signore"... 1Cor 7, 32-35
Vangelo.  " Che è mai questo ? Un insegnamento nuovo, dato con autorità "... Mc 1, 21-28


Il Vangelo non è solo un messaggio di salvezza, esso è, bensì, una salvezza attuale ed operante. Dopo avere chiamato i primi discepoli, Gesù entra a Cafarnao e si reca nella sinagoga ad insegnare.
 Notiamo che a Marco interessano le reazioni dei presenti. La parola di Gesù è fornita di un' autorità assoluta, che suscita ammirazione ed accettazione. Infatti, sulla gente presente nella sinagoga, la predicazione del Signore ha un effetto straordinario.
 Persino il demonio, presente nell' ossesso, reagisce terrorizzato. Il conflitto tra Gesù e satana, pur descritto con un linguaggio popolare, si presenta in una forma letteraria, che mette, chiaramente, in risalto il potere divino di Gesù.
 La potenza, con cui Egli affronta lo spirito impuro e lo costringe ad arrendersi, gli deriva dalla sua particolare relazione con Dio.
 La calma dominatrice della voce di Gesù, "Taci ! Esci da lui ! ", prevale nettamente sull'azione violenta della forza demoniaca.
 L'efficacia dell’ordine di Gesù è sottolineata dall'evangelista con la conferma dell'esecuzione dell'ordine stesso. Per l'evangelista, il guarito, uomo senza volto e senza nome, ha solo un ruolo secondario. La gente, spaventata, si interroga sull' identità di colui, che ha operato il prodigio.
 La guarigione dell'indemoniato rivela, dunque, l'avvento del regno, come vittoria di Dio sulle forze del male.
 Nel Vangelo di Marco, gli indemoniati e le forze, da cui essi sono dominati e resi schiavi, son presentati come forze sovrumane in contrasto con Dio, il cui scopo è quello di dominare e danneggiare l'uomo.
 Esse si schierano contro di Lui e gli oppongono resistenza. L'invito, derivante da questo episodio, è quello di lottare contro il male, che opprime e possiede l' uomo.
 " Ed erano stupiti del suo insegnamento". " Che è mai questo?
Un insegnamento nuovo, dato con autorità ". A beneficiare della parola di Gesù non sono stati solo i contemporanei. Infatti, la parola del Signore continua a risuonare nella Chiesa e mantiene la stessa forza: " Il Vangelo...è potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede " Rm 1, 16. Ogni volta che leggiamo la Scrittura, è Gesù che parla.
 Però, la Parola di Dio ha bisogno di entrare nel cuore dell' uomo attraverso l'ascolto.
 Poiché questo è l'atteggiamento corretto del credente: essere pronto all'ascolto della Parola, come, opportunamente, è stato già scritto nell' Antico Testamento: "Ascolta, Israele". Deut. 6, 4.
 L'ascolto, comunque, richiede la realizzazione della Parola udita.
 Non esiste vero ascolto senza una risposta. A questo proposito, bisogna dire che, qui, l'insegnamento dei rabbini coincide con quello di Gesù, secondo la famosa espressione: " Colui, la cui conoscenza supera le sue azioni, a che cosa lo si può paragonare ? Ad un albero, che ha molti rami, ma poche radici : quando viene il vento, lo sradica e lo abbatte.
 Ma colui, le cui azioni superino la sua conoscenza, a che cosa lo si può paragonare ? (Anche lui) ad un albero che ha pochi rami, ma molte radici: potrebbero venire tutti i venti del mondo e soffiare contro di lui, ma non lo smuoverebbero dal suo posto.( Pirqe Avot, III, 22).
 Conseguentemente, non basta "predicare" la Parola,bisogna "praticare" la Parola.
 Predicare "la Parola" è facile, come è semplice scagliare pietre da un campanile; metterla in pratica, invece, è difficile, come è duro portare pietre a spalla, fino in cima ad un campanile.
                                     
                                                                                                Mons.  Antonio Scarcione
 

Piazzetta Capodarso, eleganza e signorilità.


Ecco come appare quest'oggi sabato 28 gennaio alle ore 13,00 circa  la piazzetta Capodarso (già piano Barone), finalmente dopo tanto tempo e grazie alla nostra ostinata caparbietà, l’Amministrazione Comunale ha investito su detto luogo sostituendo i piccoli dissuasori di pietra, con gli attuali in ghisa più alti e visibili anche ai più distratti automobilisti.

La piazzetta che nell’ultimo anno era impropriamente stata sottratta alla fruizione dei cittadini, a favore delle onnipresenti automobili, viene così restituita ai quartieranti del Monte e dei Canali, ritornando ad espletare il compito per la quale era stata pensata e ristrutturata un ventennio fa.  

Grazie ancora al Sindaco e all’Assessore ai Lavori Pubblici per l'impegno profuso. 

                                    FORZA MONTE


Le foto dell'antenna telefonica


Pubblichiamo tre emblematiche foto gentilmente inviateci dai Roberto Palermo cronista del Giornale di Sicilia, del ripetitore telefonico piazzato sotto il castello Aragonese, in prossimità della Scuola Media Luigi Capuana, frequentata giornalmente da oltre 200 ragazzi, e sovrastante centinaia di abitazioni civili che dal quartiere Monte scendono a valle nel quartiere Canali.



Il Sindaco incontra Luca Storia

Domenica 29 Gennaio, alle 11.00 presso la Sala delle Luci del Comune di Piazza Armerina, il Sindaco, Carmelo Nigrelli, incontrerà il giovane Luca Storia per consegnargli un riconoscimento da parte della Città.
Luca Storia, come ricorderete, nel settembre scorso è stato insignito del titolo di "Alfiere della Repubblica" dal Presidente Giorgio Napolitano, abita a Villafranca Tirrena, ma è di origini piazzesi.
Parteciperà all’evento il Presidente ed il Consiglio direttivo del Comitato Nobile Quartiere Monte; i quartieranti e la cittadinanza sono invitati a partecipare.

venerdì 27 gennaio 2012

Via dal Monte quell'antenna

Il Comitato serra le fila e non abbassa la guardia sull’installazione abusiva dell’antenna di telefonia mobile, lo stato di allerta è alto tra i quartieranti del Monte abitanti nelle vie sottostanti il Castello, via San Domenico, via Fasullo, via Stradonello, via Conti, e tante altre ancora, a quelle a valle dell’intero quartiere Canali.
La domanda che tutti si pongono è sempre la stessa, come è possibile che senza alcuna autorizzazione da parte degli enti preposti Comune, Soprintendenza, un privato cittadino possa fare installare un traliccio del genere?.
E se la cosa è così facile, perche redditizia, allora domani tutti i cittadini possono proporre alle varie e diverse compagnie telefoniche spazi di qualsiasi tipo, terrazze, tetti, giardini pensili, e perché no vogliamo andare oltre, anche la chiesa Cattedrale potrebbe proporsi per irradiare le onde elettromagnetiche dall’alto del cuppolone per una maggiore copertura della rete telefonica, per poi devolvere i lauti compensi che dicono aggirarsi tra i 10 e 20 mila euro l’anno, alle famiglie meno abbienti di Piazza Armerina.
Ma al di là della mera fantasia, chiedendo perdono alla Santa Romana Chiesa Piazzese per averla tirata in ballo; il capogruppo del PDL in Consiglio Comunale, Carmelo Gagliano ci ha fatto pervenire una nota con la quale conferma e ribadisce alcune dichiarazioni comparse sulla stampa locale; il Piano Regolatore Generale approvato di recente, vieta in maniera assoluta l'installazione di antenne e ripetitori sia nel centro storico che in tutto il centro abitato.
E questa è di già una gran bella notizia, nel frattempo mentre l’Amministrazione per voce del Sindaco Fausto Carmelo Nigrelli, provvederà in questi giorni ad apporre i sigilli all’antenna per porla sotto sequestro per gli adempimenti del caso, i quartieranti numerosi hanno iniziato spontaneamente ha raccogliere le firme da allegare alla petizione che il Comitato di quartiere sta preparando per trasmetterla agli organi superiori preposti.
                                     Filippo Rausa
                                                                                             

Giornata della Memoria



La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, come “Giornata della Memoria”, per ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio.



giovedì 26 gennaio 2012

Piazzetta Capodarso, lavori in corso.

Piazzetta Capodarso, ore 10 circa, l'impresa di Concetto Lentini è al lavoro per ripristinare la panchina
                                    

Piazzetta Capodarso, ore 21 circa, sono stati collocati i primi dissuasori in ghisa, ma pur in presenza del nastro da cantiere, il solito imbecille strappa il nastro per posteggiarvi l'auto.


Al via i lavori in piazzetta Capodarso


Assessore Tanino Guccio

Con una telefonata nel corso del pomeriggio al nostro presidente Filippo Rausa, l’Assessore ai Lavori Pubblici Ing. Gaetano Guccio, ha comunicato che quest’oggi, giovedì 26 gennaio, la piazzetta Capodarso, già piano Barone, sarà oggetto di intervento per ripristinare il luogo quale spazio pubblico per la sosta e la permanenza di grandi e bambini.
Come ben ricorderete, questo Comitato di Quartiere a più riprese aveva sollecitato l’Amministrazione ad intervenire; la continua spoliazione dei dissuasori, dei vari componenti di arredo urbano, ed infine la goccia che ha fatto traboccare il vaso, la distruzione di una panchina e l’ennesimo dissuasore divelto ad opera di un deficiente automobilista, ci avevano indotti con un nostro post (sabato 12 gennaio), a lanciare l’ennesimo appello per il ripristino del luogo diventato un vergognoso posteggio.
Abbiamo appreso la notizia con molta soddisfazione, perché, per chi come noi crede in un futuro migliore, in un città più a misura d’uomo, in un quartiere vivo, energico dove i suoi abitanti e noi che ci onoriamo umilmente di rappresentarlo, lo vestiamo giornalmente come una seconda pelle, siamo per davvero contenti del risultato ottenuto, ha affermato il vice presidente Silvio Annaloro.
Nel ringraziare pubblicamente l’Assessore ai Lavori Pubblici Ing. Gaetano Guccio, per la sua pronta e fattiva disponibilità, auspichiamo una più incisiva collaborazione nell’interesse comune.
                                                                                    Grazie Tanino, il Consiglio Direttivo

Dalle piccole cose nascono le grandi cose quelle importanti, quelle vere, quelle che ci proiettano in un futuro migliore; per noi che viviamo quotidianamente la città, per le migliaia di turisti che attratti dal fascino intrinseco che Piazza Armerina nell’ultimo secolo ha saputo darsi, facciamo sì che questi giungendo Qui non si sentano beffati da un’aspettativa tradita, alla visione di una città che langue e da un popolo insensibile e incurante delle potenzialità che ha.
                                                                                                                             Filippo Rausa

mercoledì 25 gennaio 2012

Donati oltre 200 volumi alla Biblioteca Comunale dagli eredi del prof. Eusebio Sole


Il direttore, prof Angelo Mela e Oscar Sole

 Stamani mentre transitavo per la via Vittorio Emanuele, ho avuto la possibilità di immortalare un nobile gesto che gli eredi del prof. Eusebio Sole, Oscar e Anna hanno voluto fare in memoria del loro genitore.
Infatti, hanno donato alla Biblioteca comunale "Alceste e Remigio Roccella" oltre 200 volumi, inerenti al disegno tecnico ed alla storia dell’arte, che vanno ad aggiungersi ad altre numerose donazioni da parte di privati che stanno contribuendo ad arricchire il patrimonio già ragguardevole della nostra biblioteca. 

Nel ricordare ancora il Professore Eusebio Sole deceduto nel novembre del 2008, mio insegnante alle medie e che nei 42 anni di onorato servizio, ha insegnato Storia dell'arte nel prestigioso ex Istituto Tecnico Femminile e nei Licei cittadini, plaudo all'iniziativa dei figli Oscar ed Anna perché attraverso questo gesto, qualora c'è ne fosse stato di bisogno, hanno evidenziato quei valori di altruismo che il prof. Eusebio Sole anche a scuola era solito impartire attraverso il suo raffinato linguaggio alla scolaresca. 

                                            Filippo Rausa