"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

domenica 29 luglio 2012

Battesimo di Quartiere, ore 18,30 in piazza castello

Domenica 29 luglio avrà luogo in piazza Castello alle ore 18,30 la cerimonia del “Battesimo di Quartiere”.
La manifestazione prevede la presenza di un piccolo corteo di figuranti, paggi, notabili, armigeri, musici del quartiere, sbandieratori del Magistrato e le donne del gruppo Avalon.
Il raduno del corteo è previsto in piazza Crocifisso alle ore 17,30, il corteo percorrerà alcune delle vie del quartiere per poi giungere in piazza Castello alle ore 18,00, ove dopo gli spettacoli di intrattenimento avrà luogo il Battesimo di Quartiere.

I battezzanti che hanno chiesto di partecipare all’evento sono più di 70, il Presidente in qualità di massima autorità e rappresentante del popolo, battezzerà "quartierante a vita", usando l'acqua, questa con una conchiglia (capasanta), verrà raccolta da una fontanina all’interno del palazzo Roccazzella e versata sulle mani del quartierante. Il gesto simboleggia la volontà da parte del quartierante nell’impegnarsi nel fare per il bene comune del Quartiere.

Ai battezzati, dopo la cerimonia, in ricordo verrà consegnata una pergamena e il fazzoletto, con i colori del quartiere, giallo listato di nero e bianco, con stampato lo stemma araldico, l’aquila; il fazzoletto andrà poi indossato legandolo al collo.
Un battesimo laico, che ha lo scopo di "sacralizzare" l'appartenenza perpetua al proprio Quartiere, sarà celebrata una volta all’anno in prossimità della Festa pre Palio, l’auspicio è che anche i restanti quartieri possano raccogliere la nostra idea per trasformarla insieme in tradizione.

Il nostro impegno sin da ora e per il prossimo anno sarà quello di realizzare una fontanina, quale arredo urbano di una delle piazze del quartiere, che sarà individuata, per diventare il luogo deputato alle cerimonie future.    

Dopo la cerimonia, previa prenotazione, i battezzati, i quartieranti, potranno partecipare al buffet che avrà luogo presso Feudo Ventura, al costo di € 10,00*

                                                                                  Silvio Annaloro

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Una giornata di mare

Oggi, per me, è stata una giornata di mare come tante altre, una bella giornata tra amici sino al tramonto, quando a quel punto si decide di rientrare a casa.
Piazza è una città alta, ma ben nascosta tra le colline circostanti, ma ci sono zone in cui si riesce a scorgere la sua bellezza o almeno parte di essa. Personalmente quando rientro, così come molti altri, sono sempre alla ricerca di questi punti. Uno di quei posti, è il rettilineo, prima del grande ponte di contrada Scarante, ma come ormai da molto tempo, faccio fatica a scorgere Piazza.
Mi avvicino sempre più, sino ad arrivare al bivio di contrada Colla, lì finalmente riesco a scorgere la mia amata città. Dall’entusiasmo della giornata, dal piacere della musica che hanno accompagnato il mio viaggio, passo ad uno stato di pena e abbattimento nel vederla, con l’elemento che la contraddistingue, quasi totalmente al buio… È pur vero che in molti si diranno che ormai si ci è fatta l’abitudine, ma è proprio questo il dramma, l’abituarsi all’inerzia, al menefreghismo.
Dopo articoli su articoli, risposte su risposte anche di dirigenti, che nel frattempo sono andati in pensione, lasciandoci nell’attesa di una primavera di chissà quale anno, per avere condizioni meteoriche favorevoli, ci ritroviamo con il monumento più bello, più identificativo del piazzese al buio!
Il parroco dice di aver fatto rimettere la croce luminosa dopo sette anni e per cambiare una trentina di lampade e quattro fari cosa dobbiamo ancora aspettare? Questo è un segno di come “la città sta cambiando”, di quanto gli amministratori siano attenti alle piccole cose che si potrebbero risolvere con poco, mantenendo nel decoro, ciò che i nostri avi ci hanno consegnato, anziché pensare ad autocelebrarsi con manifesti molto, molto opinabili!!!
Detto ciò, visto che anche voi del comitato (non me ne volgiate) state un po’ abituandovi all’inerzia di certuni, vi scrivo queste due righe per scrollarvi un po’.
So che per voi sono giorni intensi, ma questo piccolo sforzo per la nostra chiesa madre e per il nostro quartiere lo si deve fare… Dato che nessuno ha fatto nulla per cambiare queste benedette lampade fulminate, (nemmeno in l’occasione del X anniversario del nostro Vescovo), essendo che arriva presto la festa della nostra Patrona, perché non realizzare una raccolta fondi per comprare le lampade e portarle al nostro sindaco affinché le faccia installare prima del 15 agosto???
La raccolta la si potrebbe fare con il passa parola, magari anche con l’aiuto degli altri comitati di quartirere, anche loro legatissimi alla Cattedrale, consegnando magari il denaro nella prossima imminente festa del quartiere in piazza Duomo. Che ne pensate?
Con stima per il buon lavoro che sempre realizzate per la comunità
Un simpatizzante.

Anonimo ha detto...

Comitato nessuna risposta????