"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

mercoledì 1 agosto 2012

Battesimo di Quartiere,121 i Battezzati

Come ormai da tradizione il Nobile Quartiere Monte relativamente alle attività paliesche che si svolgono nella nostra Città in onore della Patrona “Maria SS. delle Vittorie” e dei Cavalieri giostranti rappresentanti la squadra del quartiere Monte, nelle giornate di domenica e lunedì ha dato vita ad attività propedeutiche al Palio dei Normanni, tendenti a rivitalizzare la cultura del Palio e ad aggregare i quartieranti in eventi  folcloristici e culturali. 

La chicca di quest’anno, senza ombra di dubbio è stato il “Battesimo di Quartiere” che ha avuto luogo Domenica 29 luglio alle ore 18,30 in piazza Castello, nel grande androne di palazzo Roccazzella.

androne palazzo Roccazzella

Una novità accolta da quartieranti con entusiasmo, infatti le iniziali 73 prenotazioni, sono state di gran lunga superate con 121 battezzati.  

Ad annunciare l'evento, il corteo dei figuranti composto dai Notabili, dai Musici, dal gruppo Avalon del quartiere e dagli Sbandieratori del Magistrato.

Alla presenza dell'Eccellentissimo Consiglio direttivo al gran completo, il presidente Filippo Rausa, tra il rullo dei tamburi e lo sventolio festoso delle bandiere, ha impartito il battesimo, "quartierante a vita", versando l’acqua nelle mani dei battezzanti, raccolta con una conchiglia (capasanta), dalla fontanina settecentesca posta all’interno di palazzo Roccazzella.

Il primo battezzato al Quartiere

Il primo ad essere battezzato al quartiere è stato il piccolo Giuseppe Di Bartolo, un battesimo laico, che ha lo scopo di "sacralizzare" l'appartenenza perpetua al proprio Quartiere, la formula solenne recitata dal Presidente è stata la seguente:

“In nome del Popolo del nobile quartiere Monte
e con il bene placido dell' Eccellentissimo Consiglio direttivo,
io, Presidente di questo nobile quartiere
con queste cristalline acque a Te,
faccio dono del Battesimo di questo Quartiere
ti consacro ‘Aquilotto’ vita natural durante
con l’augurio di tramandare alle generazioni future
l’amore e la fedeltà al nobile quartiere Monte
e alla terra di Platia.
Ti accolgo con gioia del popolo di questo Quartiere,
oggi per te in festa” ! .

Carolina Calì con la figlia Giuliana Janssen

A tutti è stato fatto dono del fazzoletto con i colori del quartiere, giallo listato di nero e bianco, con stampato lo stemma araldico, l’aquila, e della pergamena a ricordo dell’evento.

Tanti i residenti del quartiere, cosi come tanti i quartieranti che sono nati e vissuti nel quartiere e che per diversi motivi si sono trasferiti nelle nuove abitazioni in periferia, altri per motivi di lavoro all’estero e nel nord Italia.

Franco Calì, emigrato in Germania, ha voluto rendere partecipi i propri congiunti, la moglie, la figlia, i nipoti, con la piccola Giuliana di sette mesi, il genero Frank Janssen.

Anche alcuni cavalieri giostranti nel Palio dei Normanni non sono voluti mancare, Abate Alfredo, Ivan e Salvatore Tagliarino, Salvatore Cifalù, Alberti Mario, una festa, un tripudio di emozioni per tutti.

Ospite dell’evento mons. Antonio Scarcione, prevosto della Cattedrale, che nel corso dell’intervento ha salutato l’iniziativa quale momento di aggregazione dei quartieranti adulti e un’iniziazione anche per i tanti bambini, ragazzi, alla vita di quartiere.     

Un quartiere vivo passa attraverso la vitalità dei suoi abitanti, ha affermato, e più forte è l’attaccamento ad esso tanto più può avere un valore sociale”.  

Filippo Rausa e mons. Antonio Scarcione

La cerimonia si è conclusa tra la forte emozione dei partecipanti è al soddisfazione del Consiglio direttivo, certi di avere dato vita ad un’idea che con gli anni diventerà tradizione.

Dopo la cerimonia, i battezzati, i quartieranti, hanno partecipato alla cena che ha avuto luogo presso l’azienda agro venatoria Feudo Ventura.             
                                                               
Ora l’impegno è per il prossimo anno, certi di potere fare realizzare una fontanina, quale arredo urbano di una delle piazze del quartiere, che sarà individuata, per diventare il luogo deputato alle cerimonie future.    
                                                Silvio Annaloro

                                                                                             

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Pippo Di Giorgio ha detto...
Complimenti al comitato del quartiere Monte per la capacità di sapere organizzare, con intelligenza e sacrificio,delle iniziative che tengono sempre vivo il quartiere e nello stesso tempo valorizzano sempre il territorio. Auguri! Pippo Di Giorgio

Franco Cali ha detto...

Saro´lontano, ma ogni volta che parto il mio cuore resta qua.
Franco Cali