"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

venerdì 12 ottobre 2012

Allarme zanzare

Lettera aperta al Sindaco, prof. Fausto Carmelo Nigrelli
A volte ritornano di Stephen King sono i racconti dell’orrore che ironicamente potremmo adattare alla nuova saga piazzese “A volte ritornano, le zanzare”.

Torniamo a scrivere al Sindaco sulla fastidiosa storia delle zanzare che da questa estate fanno compagnia a tanti ignari piazzesi a cui hanno iniziato a turbare il sonno della notte e punzecchiato varie parti del corpo nel corso delle giornate.

Sono diversi anni che affrontiamo questo argomento, non sono bastate lettere, petizioni e l'esasperazione di tanti quartieranti che incontrando il Sindaco, gli assessori, hanno lamentato questo fenomeno zanzare a Piazza Armerina,  sconosciuto ai più, e che da almeno sei anni non da più tregua ai quartieranti, ai cittadini colpiti da decine di punture in varie parti del corpo, notti insonni per il fastidioso ronzio nell’orecchio e coperti con le lenzuola fino al capo nella speranza di non essere oggetto di bersaglio delle zanzare.

In quest’ultimi giorni sono decine le segnalazioni giunte al nostro Blog e altrettanti gli appelli verbalmente comunicati ai soci del Comitato di quartiere; per sollecitare un immediato intervento al fine di stroncare lo stillicidio di ‘punture’.
 
Così come avevamo scritto ed affermato negli ultimi anni, tutto il quartiere punta il dito alle due vasche del depuratore di contrada Indirizzo, ritenedolo l'artefice di questa eccezionale proliferazione di questi fastidiosi insetti.
 
Si ritiene infatti, che i liquami contenuti nelle due enormi vasche abbiano creato le condizioni per la riproduzione di massa delle zanzare, di cui sconosciamo il genere, ma certamente siamo consapevoli che le zanzare che si riproducono nelle vasche a cielo aperto del depuratore di contrada Indirizzo, sono veicolo di focolai di malattie e possibili casi di infezione.

Inoltre, le favorevoli condizioni climatiche della nostra città, la permanenza delle vasche a cielo aperto del depuratore, permettono un habitat favorevole alla proliferazione delle zanzare.
A tale scopo, e per fare conoscere un paradosso di questa vicenda, rendiamo noto che ascoltando alcuni concittadini già residenti in Piemonte e Lombardia, questi ci hanno comunicato di come le Amministrazioni nei comuni dove loro erano residenti, obbligavano gli abitanti a tenere puliti i giardini ed evitare l’acqua stagnante, per non parlare delle ferree multe salate per i trasgressori.

Detto ciò la domanda nasce spontanea: ma è possibile che a Piazza Armerina invece si consenta che due vasche del depuratore, continuino ad essere a cielo aperto?.

Con questo interrogativo che lanciamo al Sindaco Carmelo Nigrelli, rimettiamo la risoluzione del problema nelle Sue mani, affinché egli si adoperi per la copertura delle due vasche a cielo aperto, e per un’immediata disinfestazione del sito, nell’interesse della salute pubblica degli abitanti del quartiere Monte e della città tutta.

                                                                                          Filippo Rausa

Nessun commento: