"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

martedì 11 dicembre 2012

"Duomo Aperto", il gruppo nato su Facebook

Si chiama «Duomo Aperto» il gruppo su facebook nato in questi giorni con l'obiettivo di ottenere l'apertura con orario continuato della cattedrale armerina, la chiesa più importante della Diocesi. Ed evitare così di far trovare chiuso ai turisti l'importante contenitore culturale nell'ora di pranzo e nel primo pomeriggio, come accade spesso. La Diocesi aveva aderito al Simpa nei giorni scorsi, con un accordo che inseriva nel sistema museale il museo diocesano e tre chiese piazzesi inserite nell'itinerario dei cavalieri. La cattedrale, però, tra l'altro situata proprio accanto al museo diocesano, non è stata inclusa nel protocollo siglato tra il sindaco Carmelo Nigrelli e il vescovo Michele Pennisi.

Il gruppo facebook sta cercando di coinvolgere i due enti e le forze della società civile per risolvere un problema che da anni si ripete in modo costante, quello della limitata fruizione del Duomo. Le guide turistiche conoscono bene il problema, tanto che in passato non hanno nascosto il proprio imbarazzo nel dover portare i visitatori fino alle porte chiuse dell'edificio storico, simbolo della città dei mosaici e dell'intera diocesi.
L'appello viene lanciato al parroco Filippo Bognanni, al responsabile del settore Beni culturali della Curia, don Giuseppe Paci, allo stesso vescovo Pennisi e al sindaco Carmelo Nigrelli, a sedersi attorno allo stesso tavolo e a trovare una soluzione che possa garantire l'apertura del sito dalle 12 alle 15.30. Tra le proposte partite quella di coinvolgere nell'apertura della chiesa la stessa associazione che di fatto curerà la gestione dell'adiacente museo diocesano nell'ambito del sistema museale piazzese, cioè la Domus Artis che già da anni con i propri associati opera in questo settore dei beni culturali ecclesiastici collaborando con la Chiesa locale.

La vicinanza dei due siti culturali e la presenza di un protocollo d'intesa già avviato potrebbe essere integrato con il coinvolgimento della Parrocchia che ha la responsabilità autonoma della cattedrale. Troppi e ripetuti gli episodi che si sono verificati e che si continuano a verificare, con la delusione di quanti, anche intere scolaresche in passato, non hanno potuto fare ingresso nella cattedrale.

Episodi ai quali sono seguite puntuali proteste più o meno ufficiali al settore Turismo del Comune armerino e allo stesso settore Beni culturali della Diocesi. Tra il vescovo Pennisi e il parroco Bognanni, però, non è mai stata raggiunta alcun intesa sulla questione. Il Duomo di fatto, almeno per ora, rimane fuori dal Simpa e da una gestione più integrata dei beni culturali cittadini.

                                                                                              Roberto Palermo

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Aprite tutto per i turisti, peccato però che nussuno pensi prima di tutto a dei bagni pubblici...

Anonimo ha detto...

Io non ho capito una cosa, ma Bognanni ha più potere del Vescovo, che determina in Cattedrale il bello e cattivo tempo?

Anonimo ha detto...

Più che altro per determinare il bello ed il cattivo tempo sarà in sintonia con la Madonna e con il buon Dio, auspico però che entrambi ci facciano pensare un po di più prima di parlare!

Anonimo ha detto...

Padre Bognanni padrone assoluto della Cattedrale: non ci può neanche il Vescovo!!!

Anonimo ha detto...

sono giorni che cerco questo fantomatico gruppo ma non lo trovo. Cmq trovare una chiesa aperta ad orario continuato come un normale negozio o un museo é una rarità. Poi comunque parroco e vescovo hanno motivi molto più alti per cui tenere una chiesa aperta rispetto ai soli fini turistici