"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

lunedì 21 gennaio 2013

Quando i sogni.... diventano realtà. Nasce il centro polisportivo Trinità


in giallo i cortili del plesso Trinità

Ricorderete come il 13 aprile 2012 il comitato nobile quartiere Monte per voce del suo presidente Filippo Rausa aveva avanzato all’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Carmelo Nigrelli, l’idea di realizzare un campetto da gioco nel quartiere, proponendo il grande cortile esterno della scuola Trinità.
Infatti, il nobile quartiere Monte che per la sua posizione geografica sul colle Mira, non presenta superfici necessarie per costruire ex novo detta struttura, tuttavia, possiede  nel cuore del quartiere due grandi cortili, quelli appunto della Scuola Trinità, entrambi confinanti, uno dei quali, sarebbe potuto essere adibito quale spazio polisportivo, per colmare quel gap che non vede alcuna struttura sportiva, ricreativa nel quartiere Monte.

Loretta Vargiu

Dopo quella prima istanza, segui il sopralluogo del neo Assessore allo Sport, Politiche Giovanili, Infanzia e Pari Opportunità, Loretta Vargiu, che accompagnata da Filippo Rausa e Davide Campione, responsabile del gruppo interparrocchiale Giovani Orizzonti, prese visione dei luoghi proposti.
Ha distanza di qualche mese l’Assessore Loretta Vargiu, il Sindaco e i colleghi della Giunta, hanno accolto la nostra idea, predisponendo con delibera di Giunta Municipale, la n° 289 del 27.12.2012 “la realizzazione di uno spazio ludico nel quartiere all’interno del Plesso Scolastico Trinità”.
La delibera ha previsto un impegno di spesa di € 2.500,00 per l’acquisto di attrezzature ludico sportive da installare presso il cortile scolastico “Trinità” che saranno anche utilizzate dagli alunni.

La notizia, delibera alla mano dell'istituzione di "uno spazio ludico" nel quartiere Monte, ha fatto fare salti di gioia ai proponenti, Filippo Rausa e all'intero Consiglio Direttivo, infatti sembrerà cosa da poco, ma l'avere posto le basi per realizzare una struttura per i ragazzi, "gli aquilotti" nel cuore del quartiere Monte è da premio Nobel.

Filippo Rausa

Incontenibile la gioia del presidente Rausa, le sue parole cariche di soddisfazione la dicono lunga sul risultato ottenuto, "questi sono i risultati che portiamo a casa, le nostre proposte che si concretizzano sono vera e viva testimonianza dell'impegno di un gruppo di uomini e donne che da anni sono al servizio del quartiere".
Un grazie di cuore va al Sindaco Nigrelli, all'assessore Vargiu, che fin dall'inizio hanno creduto sulla bontà del progetto, faremo felici centinaia di ragazzi, continua Rausa, che fino a ieri erano costretti a giocare per strada, nelle piazze o a spostarsi in altre zone della città.

Nel frattempo ora attendiamo di capire quando e quali saranno gli interventi per la realizzazione della struttura sportiva, che andrà ad aggiungersi alle altre presenti nei quartieri storici cittadini.

L'auspicio è che il nostro esempio la nostra vitalità sia d’incoraggiamento per tutti quei quartieranti che ancora non hanno deciso di scommettersi insieme a noi per un quartiere migliore, per una città più viva.

Non si può continuare ad essere indifferenti e/o insensibili sulle cose che ci circondano, così come poi non si ci può lamentare; occorre far crescere il quartiere che paradossalmente seppure cuore pulsante del centro storico, troppo spesso per colpa nostra e per la strafottenza di una certa classe politica è stato relegato ai margini.
                                                                                             
                                                                                       Silvio Annaloro
 

3 commenti:

Angelo Scroppo ha detto...

Complimenti ragazzi...siete grandi!!!

Anonimo ha detto...

Intanto è già qualcosa se il Comune ha deciso di intervenire su una questione che ho ritenuto sempre di vitale importanza, sia per la scuola, sia per i ragazzi e sia per tutto il quartiere. Non dimenticate che per ca. 12 anni sono stato dentro una minipalestra, (e prima ancora, sfruttavo uno dei due cortili della Trinità, quando c'era bel tempo, ma quando pioveva avevo fatto montare un tavolo da ping pong per non restare in classe, pur di impegnare certi elementi un po' diciamo "monelli", con buoni risultati lo stesso)ma che per me e per i miei ragazzi era sufficiente e i ragazzi non volevano andarsene, tanto era il desiderio e il bisogno di stare in un ambiente dove potersi sfogare, ma con regole ben precise, dando del filo da torcere alle altre due scuole più grandi. Ora bisogna vedere se i fondi saranno sufficienti e se poi l'attività ludico-sportiva verrà effettivamente svolta, e da chi. Spero tanto che non sia l'ennesima preso in giro per gli "aquilotti" e i loro fratelli più piccoli. Comunque faccio tantissimi auguri a tutto il Monte (che se li merita, in ogni senso)
Gaetano Masuzzo

Anonimo ha detto...

L'importante è che questo progetto venga attuato, perchè c'è il pericolo che "passata la festa (delle amministrative) gabbato lu Santu" e non se ne faccia più nulla: "o' solutu nostru!".
Un disilluso