"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

mercoledì 20 febbraio 2013

Padre Mosè incontra il Comitato di Quartiere

Padre Mosé a un mese esatto dal suo insediamento nella Chiesa della Collegiata del SS. Crocifisso, quale Rettore, incontra il Consiglio direttivo del Comitato di Quartiere.
A fare gli onori di casa il presidente Filippo Rausa e mons. Antonio Scarcione quale consulente ecclesiastico del Comitato.
L'incontro, svoltosi lunedì sera, è stato molto cordiale, mons. Scarcione nel salutare padre Mosè, lo ha presentato al governo del quartiere, descrivendo come passo passo dopo l'ordinazione a sacerdote avvenuta nella Cattedrale di Piazza Armerina, da parte del vescovo mons. Michele Pennisi il 25 settembre 2010, abbia inizialmente svolto il suo ministero nella parrocchia di san Pietro dove si è occupato della pastorale e di una comunità religiosa maschile aperta il 28 giugno 2010, la Congregazione di origine africana dei «Missionari del Figlio di Dio».

Filippo Rausa ha presentato il quartiere, descrivendone le ragioni storiche, definendo lo stesso, come una città, nella città, con un proprio territorio, un popolo, una sede, una bandiera, il Comitato un organismo democratico al servizio dei quartieranti, e infine il Palio un patrimonio immateriale tramandatoci dai nostri antenati, la memoria storica della città che divide i quattro Quartieri nella Quintana, ma li unisce sotto il manto protettivo del Vessillo papale di Maria SS. delle Vittorie. 

Padre Mosè, che da tre anni opera in Città e segue dalla stampa e da internet le attività che i vari e diversi gruppi cittadini svolgono, non ha nascosto la stima e la simpatia verso i nostri confronti; in un coinvolgente discorso ha parlato di come i rapporti tra chiesa e popolo di Dio devono essere sempre più sinergici, portando ad esempio alcune parabole del Vangelo.

L’incontro si è concluso con la foto di rito e l’augurio un buon lavoro e un fruttuoso servizio nel nuovo incarico di Rettore di un’antica comunità qual è quella della Collegiata del SS. Crocifisso.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Dobbiamo ringraziare il nostro vescovo che prima di andare via ha dato linfa vitale a due parrocchie della città e il quartiere monte deve esserne grato per avere nel suo territorio un nuovo grande operatore dellaa fede! Ne guadagnerà la parrocchia del crocifisso e tutto il contesto!
buon lavoro padre Mosè