"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

giovedì 14 marzo 2013

Palazzo Trigona, il museo che non c'è, o forse sì ?


Lettera aperta all’arch. Guido Meli
e, p.c. al Sindaco di Piazza Armerina Nigrelli


Egregio sig. Direttore,

da oltre un anno il Parco Archeologico Villa Romana del Casale ha preso "possesso" di palazzo Trigona, trasferendovi in un ala dello stesso gli uffici amministrativi, lasciando la restante parte del palazzo al futuro, a Dio piacendo, Museo della Città e del Territorio.


Detto palazzo restaurato a puntino, dopo una infinita querelle, durata cinquant’anni, aimè è ancora vuoto, poiché dal 2011 si aspetta l’allestimento museale; inoltre, il suggestivo prospetto del palazzo pur essendo fornito di impianto di illuminazione artistica, con proiettori incassati a terra, questi, manco a dirlo, hanno funzionato solo una rara volta, per poi essere andati incredibilmente in corto circuito, almeno questa è la versione che ci è data sapere .  


Da quel corto circuito, è trascorso oltre un anno e dell’illuminazione artistica neanche l’ombra.


La domanda che nasce spontanea è la seguente, ma è possibile, egregio sig. Direttore, che anche per riparare un banalissimo corto circuito debbano trascorrere anni?, ma è possibile, questo è il dilemma che ci assilla, che palazzo Trigona sia sotto una "maledizione" e che per ogni suo intervento, anche un corto circuito, debba vivere una sua omerica storia infinita.  


Egregio sig. Direttore, quando tempo ancora la città dovrà aspettare prima di vedere finalmente illuminato il prospetto del Palazzo per esaltarne la bellezza architettonica.


E quanti decenni ancora si dovrà aspettare per avere la fornitura, la posa e il montaggio degli arredi per la fruizione del Palazzo a Museo, cosa ancor più importante ?.

Con questi interrogativi, concludiamo questa missiva, che non necessita più di altre parole, ma aspetta immediate risposte per capire quel che in realtà si vuole fare di questo grande contenitore, che assurge in un contesto quel’è il Parco Archeologico Villa Romana del Casale a punta di diamante e volano dell’economia della città di Piazza Armerina e di tutto il suo vasto comprensorio.

In attesa di un Suo cortese riscontro, cordialmente la saluto.

                                                                                              Il Presidente
                                                                                              Filippo Rausa   

3 commenti:

Gaetano Masuzzo ha detto...

Quello che in altri posti viene fatto in un paio di mesi, da noi occorre almeno un paio di lustri. Ma quant' d'isgràzi avému d' 'ncòdd?!

Giuseppe Pisana ha detto...

piazza l'unica città d'arte che non ha ancora il museo.

Anonimo ha detto...

mi chiedo cosa sta facendo il sindaco Nigrelli a tal proposito, si sta interessando presso la Regione per ottenere i fondi necessari?? Oppure si preoccupa solamente della prossima campagna elettorale...che sicuramente non vincerà anche per questo disinteresse mostrato! Quasi quasi sarebbe meglio fare una bella colletta cittadina per il Museo!!