"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

martedì 30 aprile 2013

Giovani Orizzonti 1° classificati al Festival Artistico Bonilliano a Spoleto


Davide Campione, Pietro Rausa e Filippo Magro

Il Gruppo Interparrocchiale Giovani Orizzonti vince il primo premio al Festival artistico bonilliano, nella categoria Video, riservato agli Adolescenti e Giovani che dal 28 aprile al 1 maggio si sta svolgendo a Spoleto in Umbria.

Davide Campione, Pietro Rausa e Filippo Magro in rappresentanza del Gruppo Interparrocchiale Giovani Orizzonti, operante presso l’Istituto delle suore della Sacra Famiglia nel nobile quartiere Monte, di piazza Castello, accompagnati da suor Ermelinda Calcagno, in questi giorni stanno partecipando al Festival artistico bonilliano, in occasione del 25° anniversario della beatificazione di don Pietro Bonilli fondatore della congregazione delle Suore della Sacra Famiglia di Spoleto.

La compagine piazzese che sta partecipando al Festival nella categoria Gruppi, nell’ambito artistico Video, ha presentato lunedì 29 aprile il cortometraggio sulla vita del Beato Pietro Bonilli, girato nel corso del mese di marzo ed aprile, impegnando decine di ragazzi/e nei vari ruoli.

La vittoria è stata annunciata dalla giuria in tarda serata, la gioia di Davide, Pietro e Filippo è stata grande ed incontenibile, nell’apprendere della vittoria che premia il lavoro, le doti artistiche di quanti hanno contribuito alla realizzazione del cortometraggio.

Piazza Armerina, ancora una volta esce a testa alta in una competizione che vedeva la partecipazione di oltre 500 ragazzi, suddivisi nei vari gruppi provenienti da diverse città italiane, Roma, Firenze, Spoleto, Benevento, Bologna, Torino, Milano, Reggio Calabria, Trevi, Palermo, Catania, Niscemi, Ispica, Pachino, ecc, ecc.     

Gli ambiti artistici previsti per il Festival, dove hanno partecipato singoli e gruppi sono stati: Disegno, Poesia, Video, Canto e Coreografia.

Il Festival Artistico Bonilliano, si concluderà con il trasferimenti di tutti i gruppi provenienti da ogni parte d’Italia a Roma dove il 1 maggio alle ore 9,00 parteciperanno in Piazza S. Pietro all’Udienza dal S. Padre Francesco.

                               Filippo Rausa

PD+L..etta, parte alla grande

" STOP AL PAGAMENTO DELL' IMU,
STOP A FINANZIAMENTO PARTITI E PROVINCE "

Letta: "Da giugno stop al pagamento dell'Imu" "Aboliremo il finanziamento pubblico ai partiti e cancelleremo le Province"Il premier nel discorso alla Camera ringrazia Napolitano e Bersani. Nel programma: "Via le Province, stop ai doppi stipendi dei ministri e reddito minimo per le famiglie bisognose"

Lo ha detto il presidente del Consiglio, Enrico Letta, aprendo il discorso con cui chiede la fiducia al suo governo alla Camera.

"Dal presidente Napolitano ha detto è arrivata una scelta eccezionale, perché tale è il momento che vivono l'Italia e l'Europa". Quella che viviamo, ha aggiunto Letta, è una delle "stagioni più complesse e dolorose" della storia repubblicana.

"Superare il sistema Imu" - "La prima verità è che la situazione economica dell'Italia è ancora grave, il debito pubblico grava come un macinio sulle generazioni presenti e future.

E poi ha annunciato che a giugno ci sarà lo stop del pagamento dell'Imu: bisogna "superare l'attuale sistema sulla tassazione" per la prima casa "intanto da subito con lo stop sui pagamenti di giugno" per permettere al Parlamento di attuare una "riforma complessiva" del sistema di imposte.

"Governo europeo ed europeista" - Enrico Letta ha poi ribadito la scelta europea ed europeista del suo governo e ha annunciato a breve la vista a Bruxelles, Parigi e Berlino.

"Riduzione fiscale senza indebitamento" - "La riduzione fiscale senza indebitamento sarà un obiettivo continuo e a tutto campo" di questo governo, ha continuato il presidente del Consiglio.

"Priorità è il lavoro, scioglieremo nodo esodati" - Entrando nel dettaglio dei punti programmatici, Letta ha affermato: "Bisogna ridurre le restrizioni ai contratti a termine, aiuteremo le imprese ad assumere giovani a tempo indeterminato in una politica generale di riduzione del costo del lavoro. Non bastano gli incentivi monetari".

E poi: "Vogliamo ridurre le tasse sul lavoro: quello stabile, quello sui giovani e sui neo assunti. Bisogna inoltre lavorare per arrivare ad una rinuncia dell'inasprimento dell'Iva". Riguardo agli esodati, Letta ha spiegato che "la soluzione strutturale a questo tema è un impegno prioritario".

"Eqiutalia non spaventi" - "Basta sacrifici per i soliti noti: questo significa ferrea lotta all'evasione, ma senza che la parola Equitalia faccia venire i brividi alla gente".

"Reddito minimo per famiglie bisognose" - "Dobbiamo rilanciare il welfare tradizionale europeo, il
nostro modello non basta più, deve essere più universalistico e meno corporativo aiutando i più bisognosi, migliorando gli ammortizzatori sociali estendendoli ai precari".

"Si potranno studiare forme di reddito minimo per le famiglie bisognose con figli piccoli e proposte di incentivi con part time misti e con la staffetta per la parallela assunzione di giovani".

"Abolire il finanziamento pubblico ai partiti" - Altro punto importante del discorso di Letta è il finanziamento pubblico dei partiti. "Il sistema - ha detto - va rivoluzionato", partendo dalla abolizione della legge in vigore.


“Da subito, ha sottolineato, aboliremo le Province”

"Stop agli stipendi dei ministri-parlamentari"
- Per ridare credibilità alla politica, ha poi aggiunto, "bisogna ricominciare con la decenza, la sobrietà, lo scrupolo e la banalità della gestione del padre di famiglia.

"Possibile una riforma radicale della Costituzione" - "La via è stretta, ma possibile per una riforma anche radicale del sistema" politico-istituzionale attraverso una riscrittura della Costituzione.

"Diciotto mesi per le riforme"- Letta ha dettato anche i tempi per le riforme. "La Convenzione - ha chiarito - deve avviare i lavori sulla base degli atti di indirizzo del parlamento. L'unico sbocco possibile è il successo.

"La legge elettorale va cambiata" - La riforma della legge elettorale non serve "solamente per avere una maggioranza sufficientemente ampia e coesa in grado di garantire governi stabili, ma anche per restituire legittimità" alla politica, ha poi aggiunto.

"Sono certo che le forze politiche saranno in grado di trovare ottime soluzioni", ma lasciatemi fare una riflessione personale: "Migliore della legge attuale sarebbe almeno il ripristino della legge elettorale precedente".


lunedì 29 aprile 2013

28 aprile una tradizione religiosa che si rinnova

Di seguito alcuni scatti fotografici relativi la cronaca della processione religiosa di trasferimento della Madonna "Maria SS. delle Vittorie" dal santuario di piazza vecchia alla chiesa degli angeli Custodi nel Nobile Quartiere Monte 

 





domenica 28 aprile 2013

Veglia di preghiera alla Madonna

Di seguito alcuni scatti fotografici della veglia di preghiera alla Madonna delle Vittorie in piazza vecchia.


La Domenica con Gesù, V di Pasqua/C

……… per tutti coloro che desiderano lasciarsi guidare dalla Parola di Dio: un commento per meditare e per prepararsi alla Liturgia della Santa Messa domenicale.

I Lettura."...Paolo e Barnaba...appena arrivati...riferirono tutto quello che Dio aveva fatto per mezzo loro e come avesse aperto ai pagani la porta della fede" At 14, 21b-27
II Lettura. "Io, Giovanni, vidi un cielo nuovo e una terra nuova...la città santa, la Gerusalemme nuova...Ecco la tenda di Dio con gli uomini ! Egli abiterà con loro...Asciugherà ogni lacrima dai loro occhi...non vi sarà piu' la morte, nè lutto, nè lamento, nè affanno..." Ap 21, 1-5a
Vangelo. "...Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi..." Gv 13, 31-33a. 34-35

Un commento inconsueto. Ermes Ronchi, studioso della Bibbia ed esperto di comunicazione, ne "Le ragioni della speranza", in un incontro a scuola si fa "aiutare" dai bambini a "capire" alcune frasi belle e difficili di Gesu'. Ecco il dialogo.
 Noemi: "Gesu' disse: Dove vado io, voi non potete venire". Dove va Gesu' ? - Gesu' non è andato in un altro posto, altrove, fuori. E' andato dentro di me, dentro di te. Noi siamo la casa di Dio...Dio sta dove lo si lascia entrare. E tu lo lasci entrare, se vai in un angolino del tuo cuore, gli parli e lo ascolti...
 Giulia: "Cosa significa amarsi gli uni gli altri ? ". - Siamo venti. Se io domandassi a ciascuno di voi, cosa significa amare, avrei venti risposte diverse. Tommaso d' Aquino suggerisce una risposta: Amare è il desiderio, la passione di unirsi alla persona amata. Tu, Giulia, con chi vorresti essere insieme adesso ! Con la mamma, il papà e gli  amici. Infatti, Il verbo "amare", nel vangelo, si traduce "donare". Così voi, quando aiutate un compagno, che ha bisogno, voi "fate vangelo".
 Matteo: "Cosa significa, "gli uni gli altri" ? - Significa tutti, nessuno escluso. Non i migliori, i più belli, i più bravi e i vicini, ma anche i lontani, compreso Caino. Chiunque "merita" di bere un sorso d' acqua al mio piccolo ruscello...Se io ho pane e lui no, gli do il mio; se lui ha paura e io no, sto con lui tutta la notte. E, poi, "gli uni gli altri", vuol dire: io a te e tu a me, perché questa è la felicità della vita.
 Pietro: "Cosa vuol dire essere discepoli di Gesu' ? " - Vuol dire mettere in pratica quello che Gesu' dice oggi: Amatevi "come" io vi ho amati" . Amare "come" Gesu', non "quanto" Gesu', perchè non ne saremmo capaci. E come amava Gesu' ? Facendo cose che nessuno aveva fatto prima. Egli lava i piedi ai suoi apostoli, compresi quelli di Giuda, che lo tradirà. Sulla croce perdona i crocifissori. Diventa pane, che entra nel nostro intimo e muore, per dare la vita.
 Benedetta: "Com' è Dio ? " - Tu vuoi bene alla tua maestra ? Si'. Allora vai da lei e fatti mettere in braccio. Benedetta, adesso come ti senti ?  Bene, molto bene ! Ecco, Dio è così. Uno che ti fa stare bene...Dio è come un abbraccio. Un abbraccio della mamma, ma è un abbraccio molto più grande. Mi piace, infine, citare alcuni versi della poetessa Giusi Quarenghi: " Tu, mio Dio, ti curi di me come una mamma/ Ho avuto paura, mi hai fatto coraggio, / ero in pericolo, mi hai difeso,/ stavo male, mi hai curato".
                                                                                 
                                                                                                         Mons. Antonio Scarcione

sabato 27 aprile 2013

Pellegrinaggio al Santuario di c/da Piazza vecchia


I soci del quartiere Monte con don Filippo Bognanni

Sabato 27 aprile 2013, ore 21,00 - Pellegrinaggio al Santuario di c/da Piazza vecchia, con partenza dalla chiesetta dell’Indirizzo, all'arrivo Solenne Veglia Mariana.
Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Il Palio-Vessillo della Madonna in visita a San Filippo Apostolo

Questo pomeriggio ha avuto luogo il pellegrinaggio comunitario in onore di San Filippo Apostolo, con il Vessillo della Madonna delle Vittorie, la prima volta nella storia, un'esperienza unica, la partecipazione di oltre 400 fedeli di Aidone e Piazza Armerina, tantissimi quartieranti e soci, il Consiglio direttivo quasi al completo; l'ininterrotta recita della preghiera acclamata da don Carmelo Cosenza ha coinvolto tutti, grandi e bambini, una comunità in cammino per abbracciare uno dei Santi più carismatici della diocesi piazzese, San Filippo Apostolo.
Il Palio-Vessillo della Madonna delle Vittorie, sarà custodito fino al primo maggio nel Santuario di S.Filippo Apostolo di Aidone.
Di seguito alcuni scatti fotografici dell’evento.