"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

giovedì 27 giugno 2013

Domenica il Palio sarà portato nella chiesa degli Angeli Custodi


Domenica 30 giugno alle ore 10,30 nella secentesca chiesa degli Angeli Custodi di via Monte, con una solenne funzione religiosa celebrata da don Alfonso Vinci coadiuvato dal diacono Salvatore Farina, il Consiglio direttivo del Nobile Quartiere Monte  porterà in detta chiesa il Palio, il Vessillo papale di Maria SS. delle Vittorie, vinto nel corso della 57^ edizione del Palio dei Normanni.
Ultima tappa del “Cammino del Palio”, iniziativa voluta del Governo del quartiere per rendere partecipi tutti i quartieranti della vittoria del 20^ Palio dei Normanni; infatti il Palio vinto, la copia dell’Icona bizantina di Maria SS. delle Vittorie, è stata portata per alcuni mesi, nel corso dell’anno, nelle chiese aperte al culto, presenti nel territorio del quartiere Monte; inoltre il Palio su richiesta di don Carmelo Cosenza parroco in Aidone della Parrocchia ove viene celebrata la festa di San Filippo Apostolo, in pellegrinaggio è stato portato in Aidone e lì è rimasto per un mese posto sull’altare maggiore di detta chiesa.
Unica eccezione in detto “cammino” è stata la chiesa del Crocifisso, dove l’ex diacono e un non ben specificato consiglio pastorale ha detto No al Palio; ma su questa vicenda preferiamo stendere un velo pietoso.



Pellegrinaggio a San Filippo 29 aprile 2013
(Uno squarcio nel cielo fra le nere nuvole ed ecco un
 raggio di sole appre colpendo la croce di nostro Signore) 

Nella chiesa degli Angeli Custodi il Palio resterà fino alla vigilia della storica kermesse, dove sarà “venerato e custodito”, a sottolineato il presidente Filippo Rausa, la presenza dell’Icona di Maria SS. delle Vittorie tra i fedeli di quella comunità, per ricordare ai quartieranti il mirabile evento che attraverso la bravura e l'abilità dei cavalieri giostranti, ha reso festanti e pieni di gioia il popolo di un intero quartiere, che dopo sette anni sono tornati ad ammantarsi del Vessillo papale del conte Ruggero. 

              Giuseppe Pitruzzella


Nessun commento: