"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

giovedì 31 ottobre 2013

La tariffa dell'acqua sarà una in tutta la Sicilia, però a Dio piacendo, fra tre anni.


Sarà unica la tariffa che verrà applicata per l'acqua in tutti i comuni siciliani. Questo, almeno, è quanto è stato approvato nelle settimane scorse in commissione Ambiente all'Ars, dove sta per intraprendere il rush finale il ddl sull'acqua, prima di approdare in Aula.


Il via libera della commissione, prevede l'omogeneizzazione delle tariffe attualmente pagate nei vari comuni, mediante l'applicazione di una tariffa media ponderata "per ragioni di solidarietà tra i territori".

Grandissimo risultato quello della tariffa unica, peccato che i siciliani dovranno aspettare le lungaggini burocratiche che prevedono che tale operazione dovrebbe andare in porto nel giro di tre anni dall'approvazione delle legge sull'acqua.

Un piccolo passo, o un grande salto in avanti, per affermare definitivamente l'acqua come bene comune. 

L'articolo votato ed approvato segue questa direzione; "solidarietà tra utenti e territori, economicità, efficienza ed efficacia della gestione, tutela della risorsa acqua, completamento e ammodernamento degli impianti primari e secondari del settore idrico, previsione di premialità nella pianificazione degli investimenti per i territori con deficit strutturali".

Si avvicina a grandi passi verso l'Aula, pertanto, la travagliatissima legge sull'acqua, il cui unico obiettivo è: la gestione pubblica nel rispetto dell'esito referendario.

Fiduciosi attendiamo l’evolversi degli eventi…


Nessun commento: