"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

mercoledì 18 dicembre 2013

Nuova struttura all'Aias - Santa Lucia

Riceviamo e Pubblichiamo

Come ogni anno presso AIAS-CSR  in contrada Bellia a Piazza Armerina si è festeggiata la tradizionale festa di Santa Lucia “cà vampa e  a cuccìa”. Oltre ogni aspettativa la partecipazione di disabili, familiari e cittadinanza. L’allegria dei disabili, accompagnata da Luigi Bilardo e le note della sua chitarra, ha reso emozionante la serata che si è conclusa con il rito del falò e la degustazione della mitica cuccìa offerta del CSR/AIAS. Gradita è stata la presenza dell’onorevole Antonio Venturino  – vicepresidente dell’Assemblea Regionale della Sicilia, del Sindaco Armerino Filippo Miroddi  e il vicesindaco Giuseppe Mattia, Enzo Casale Presidente dell’A.GE.DI, Gianni Gazzana per  Unione Nazionale Cechi, Maria Grasso Presidente dall’Associazione  Donne Insieme “Sandra Crescimanno”  ed altre associazioni e comunità che operano nel nostro territorio.
Dopo il benvenuto musicale da parte dei disabili del Centro Diurno e  il saluto di Lorenzo Naso, Presidente della  sezione armerina,  è intervenuto l’Onorevole  Antonio Venturino a  testimoniare, ancora una volta, la propria sensibilità e l’interesse verso il problema dei disabili.
A seguire il Sindaco Filippo Miroddi,  evidentemente emozionato, ha  voluto rinnovare il suo impegno nei confronti dei disabili e dei loro familiari che con molta fatica affrontano le difficoltà di ogni giorno, ma che trovano nel volontariato un validissimo aiuto.  
Riti popolari siciliani ci rappresentano la storia di Santa Lucia legata alla tradizione della “vampa”. Si narra infatti che, nel tentativo di farla  rinunciare alla fede cristiana, le venne inflitto il martirio del rogo e che per questo venne acceso un falò nel tentativo di farla abiurare, ma gli scritti del martirio riportano che le fiamme non le lambirono nemmeno l’abito. Da questo nasce la tradizione della “vampa” nel giorno di Santa Lucia.
Così come Santa Lucia non ha rinunciato con coraggio al suo credo, così anche la sezione AIAS di Piazza Armerina per tanti anni ha  perseguito il sogno di avere una sede più centrale nella città, e proprio ieri, nella serata dedicata alla Santa, il sindaco ha voluto comunicare l’assegnazione della tanto desiderata sede.
Uno scrosciante applauso ha accolto la notizia dell’assegnazione di una nuova sede per le attività dell’AIAS. Negli ultimi anni l’AIAS ha potuto svolgere le sue attività di assistenza grazie all’ospitalità nei locali del C.S.R.
Il sindaco ha voluto comunicare personalmente la notizia per sottolineare l’impegno che l’amministrazione ha voluto assumere nei confronti di una fascia di cittadini più debole. La nuova sede, dice Lorenzo Naso, concretizza una speranza che sembrava perduta: “Un Centro Diurno per disabili al centro della città è un sogno che si realizza”.
 L’assegnazione della nuova sede non è di certo un punto d’arrivo, al contrario segna un nuovo inizio verso una più concreta socializzazione delle persone disabili. La nuova struttura necessita di interventi specifici per adeguarlo al nuovo utilizzo ma essendo stata, la stessa, utilizzata in precedenza come scuola materna, sembra priva di barriere, per cui sarà meno difficoltoso l’adeguamento. Nei prossimi giorni  il sopralluogo potrà quantificare il costo dell’intervento in modo da attivarsi al più presto e potere così inaugurare la sede nel più breve tempo possibile.
Il sindaco ha voluto ribadire che l’impegno dell’amministrazione non si esaurisce con l’assegnazione  dei locali, altri progetti sono in cantiere a favore di una fascia di cittadini che necessitano, loro malgrado, di maggiori attenzioni.
Nel corso della serata Lorenzo Naso e Enzo Casale hanno comunicato l’intesa tra le due associazione – AIAS e A.GE.DI - per una attiva collaborazione che ha già dato i primi frutti e che nei prossima mesi sarà oggetto di ulteriori interventi comuni  nell’ambito della difesa dei diritti delle persone disabili e l’aiuto concreto anche ai familiari.
Piazza Armerina, 14 dicembre 2013

Nessun commento: