"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

martedì 14 gennaio 2014

Dalla Regione, sostegno alle famiglie povere


Il Parlamento regionale siciliano ha approvato l’articolo 41 della legge di stabilità regionale che istituisce il reddito minimo per le famiglie povere. Dopo le norme sulle coppie di fatto, quindi, il Parlamento siciliano ha affrontato, nell’ambito della discussione dei documenti economici, un altro tema profondamente sociale.

Grazie a questa legge, per ora soltanto nel 2014, le famiglie al di sotto di una certa soglia di reddito potranno ricevere un assegno dall’amministrazione regionale non superiore ai 400 euro a sostegno della propria economia. Tecnicamente si chiama “sostegno all’inclusione attiva” (Sia), è istituito con un fondo da 15 milioni di euro, alimentato dai ribassi d’asta relativi ai contratti di servizio stipulati dall’amministrazione, per finanziare la misura; un milione di euro, in particolare, è destinato alle strutture accreditate presso l’Agea (Fondazione Banco alimentare-Banco delle opere di carità) che operano in Sicilia per l’organizzazione di servizi di emergenza alimentare.
Le modalità di accesso al fondo e di integrazione al reddito saranno definite entro 120 giorni con decreto dell’assessore alla Famiglia.

 

Nessun commento: