"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

lunedì 28 aprile 2014

Indetto il concorso “Un disegno per San Filippo”.

Riceviamo e Pubblichiamo

San Filippo d'Agira
“Un disegno per San Filippo” si chiama così il 1° Concorso artistico dedicato ai bambini e agli adolescenti della comunità parrocchiale di San Filippo, nel quartiere Casalotto, promosso dal direttivo del comitato dello stesso quartiere in collaborazione con la parrocchia, guidata da don Antonino Rivoli, e con il gruppo delle catechiste. 
Nell’ambito della ormai prossima festa di San Filippo d’Agira che ricorre il 12 maggio e vede lo svolgimento della processione la domenica successiva, che quest’anno sarà il 18 maggio, il comitato di quartiere ha lanciato l’idea del concorso per mantenere vive nei giovani del quartiere le usanze e le tradizioni legate a questo evento tanto caro ai "casalottari" devoti a San Filippo, taumaturgo ed esorcista, ma per i quartieranti anche protettore degli agricoltori, essendo il Casalotto un tempo abitato in maggioranza da massari. 
Domani pomeriggio l’iniziativa prenderà il via con il primo raduno nel salone parrocchiale. 

I bambini nel corso della processione

Sarà proiettato un video con tante immagini e curiosità sulla festa per stimolare la fantasia dei ragazzi che esprimeranno poi con gli elaborati come vivono la ricorrenza. 
Una commissione valuterà successivamente tutte le rappresentazioni artistiche. 
La commissione sarà  presieduta da Maria Luisa Arena e composta dal pittore Angelo Scroppo, dal poeta Gaetano Platania, dal mosaicista Rosario Tornetta, dalle catechiste Giovanna Barbarotto e Giada Furnari e dal presidente del comitato del quartiere Casalotto, Daniele Tornetta.

  
                                                                                             Marta Furnari 

Nessun commento: