"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

mercoledì 18 giugno 2014

Interrogazione al Sindaco, proposta realizzazione parcheggio nell’ex Scuola Magistrale


Prosegue con costanza e trasparenza il lavoro della Consigliere Comunale Laura Saffila volto a mettere al centro dell’azione politica la Città che amiamo e che vorremmo vedere, nella convinzione di riuscire ad interpretare al meglio il ruolo consegnato dagli elettori nelle consultazioni del 2013.

Di seguito il testo di un’interrogazione presentata al Sindaco, relativa la proposta di realizzare un parcheggio in ciò che rimane dell’ex Scuola Magistrale abbandonata 32 anni or sono, nel lontano 1982.


Piazza Armerina, 17 giugno 2014
                                                                                                                

              Al Sindaco dott. Filippo Miroddi
E, p.c.    Al Vice sindaco Giuseppe Mattia
              All’Ass. all’Urbanistica Pippo Oliveri
              All’Ingegnere Capo Mario Duminuco
              Al Presidente del Consiglio Comunale                                                LORO SEDI




Oggetto: proposta realizzazione parcheggio nell’ex Scuola Magistrale


                                        Egregio sig. Sindaco,

da diversi decenni la nostra città ha l'esigenza di dotarsi di un ampio parcheggio al servizio del centro storico per soddisfare il crescente bisogno di posti auto destinati ai residenti, agli addetti alle attività produttive e commerciali, agli ospiti degli alberghi e dei tanti B&B presenti nel territorio, in modo da recuperare al godimento pubblico la vasta area del centro storico cittadino, giornalmente congestionato da centinaia e centinaia di automobili posteggiate ovunque, per citarne alcune in via Mazzini, via Garibaldi, vai Cavour, via Roma, piazza Martiri D’Ungheria e in quel che rimane, purtroppo solo la denominazione, la piazza Garibaldi, ahimè ridotta a un posteggio, e che invece dovrebbe ritornare ad essere il salotto buono della città quale centro di incontro e aggregazione dei piazzesi.

In tantissime città vengono riconvertiti immobili non più idonei agli scopi per i quali erano nati e trasformati per la pubblica utilità in parcheggi a piani fuori terra e piani interrati, in grado di contenere centinaia di posti auto, oltre ad alcuni uffici e locali per attività pubbliche e/o di supporto alle esigenze cittadine.

E proprio traendo spunto da ciò che viene realizzato altrove, a Piazza da oltre 32 anni (1982), l’ex complesso monastico di Santa Chiara, per la nostra generazione conosciuto come la sede della Scuola Magistrale, risulta in uno stato di totale abbandono, devastato da un non preciso intervento che ne voleva il recupero, ma poi per diverse vicende abbandonato; infatti, quel che rimane dell’intero fabbricato è la cinta muraria perimetrale con il portale d’ingresso, esso occupa una vasta area compresa tra le vie Santa Chiara, Umberto I e la piazza Martiri d’Ungheria, per il resto risulta sventrato, una vera e proprie ferita a cielo aperto. 

Detto ciò, è ben chiaro che la mia proposta è quella di realizzare in questo enorme contenitore; che ha perso ogni connotazione dal punto di vista artistico ed architettonico; mantenendo intatta la struttura perimetrale, un parcheggio multipiano che assumerebbe la funzione di nodo urbano e di porta d’ingresso al centro storico di Piazza Armerina, ideale per la sosta a breve e lungo termine di tutte le auto e potrebbe svolgere le funzioni di terminal turistico al servizio del centro storico cittadino.

Pertanto, con la presente, invito l’Amministrazione a valutare attentamente detta mia proposta e qualora la ritenesse valida di accoglimento, di inserirla nel piano triennale delle opere pubbliche da realizzare e di fare predisporre tutti quegli atti tecnico amministrativi al fine di potere accedere ai diversi bandi comunitari per il finanziamento. 

Questo quanto si doveva, pertanto, ai sensi dell’art. 24 del Consiglio comunale, la sottoscritta chiede la risposta alla presente interrogazione in sede di consiglio comunale.

Certa di un vostro cortese riscontro, cordiali saluti.
                                                                                             
                                                                                                 Laura Saffila
                                                                                          Consigliere Comunale

Nessun commento: