"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

domenica 24 maggio 2015

La Domenica con Gesù, solennità di Pentecoste

……… per tutti coloro che desiderano lasciarsi guidare dalla Parola di Dio: un commento per meditare e per prepararsi alla Liturgia della Santa Messa domenicale

Testi: "...Furono tutti pieni di Spirito Santo..." At 2, 1-11 . 
"...Manda il tuo Spirito, Signore, a rinnovare la terra..." Sal 103 . 
"...Il frutto dello Spirito..." Gal 5, 16-25 . 
"...Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità..." Gv 15, 26-27; 16, 12-15.

Tutte e tre le letture ci mettono davanti alla novità, provocata dallo Spirito: esso agisce in coloro che l'accolgono: trasforma, trasfigura, cambia l' esistenza e conduce su sentieri, capaci di creare una nuova frontiera.

-Libero come il vento. "Come il vento che soffia e ne senti la voce, ma non sai di dove viene e dove va, lo Spirito Santo agisce in tutto il mondo. Egli è potenza di Dio, che sa trarre il bene anche dal male". 
L' espressione "sarete miei testimoni" ci mette, subito, davanti ad una realtà, che è il cuore della solennità di Pentecoste. Lo Spirito è libero, non può essere "costretto" entro quattro mura. Perciò, agisce dovunque e spesso crea sorprese. Proprio per queste ragioni, obbliga a lasciare "logiche vecchie" e ad accogliere una novità, che spesso manda all' aria i nostri progetti ed abbatte pregiudizi e dubbi. Ad es., anche i pagani si convertono al vangelo. Conseguentemente, la loro presenza obbligava a rivedere il precedente modo di pensare.
- "Come il fuoco illumina e riscalda, così, lo Spirito conduce alla fede ed alla carità coloro che non conoscono Dio, ma lo cercano con cuore sincero". I "potenti" del momento non sono in grado di arginare quest' azione dirompente. Tutto ciò accade in modo semplice e, all' apparenza, dimesso. Perchè lo Spirito opera, servendosi di uomini e donne, che gli offrono spazio nella loro esistenza.
- Paraclito (=Consolatore/Difensore), lo Spirito della verità. Il compito, che attendeva gli apostoli, era enorme. Ad osservarli bene, chiunque avrebbe concluso che la loro attività sarebbe stata un clamoroso fallimento. Poichè, ad es., nessuno di loro era stato formato alle tecniche, che insegnavano ad affrontare, senza paura, qualunque discussione in pubblico. 
Il Cenacolo era, quindi, il loro "rifugio permanente", perchè avevano paura di essere catturati e di finire come Gesù. 
Perchè Gesù, allora, affida a questo gruppo di pescatori quella missione, che gli era costata lacrime e sangue e, addirittura, la vita ? Gesù li conosce bene. I loro entusiasmi e le loro fragilità, la loro grettezza e insieme la loro fede in lui. Per questo, li "mette nelle mani" dello Spirito. Sarà lui a sostenerli e a difenderli dalle insidie. E, cosi', saranno "vaccinati" dal peccato dell' orgoglio e della presunzione. Non potranno dire che tutto ciò che sta accadendo è merito loro, perchè essi sanno che c' è un Altro, che opera attraverso di loro e nonostante i loro limiti.
Ma Gesù cosa chiede ai suoi ? Il Signore domanda loro, soltanto, di amarlo veramente, di un amore concreto, riconoscibile dai frutti, che produce. Solo così, essi potranno affrontare "il mare aperto della storia", senza paura.
Oggi, come duemila anni fa, Gesù fa la stessa proposta a noi.

                                                                                 Mons. Antonino Scarcione

Nessun commento: