"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

venerdì 31 luglio 2015

A Piazza Armerina i Bambini Canadesi e Siciliani impareranno il Linguaggio della Fratellanza

Riceviamo e Pubblichiamo

Importante incontro tra una delegazione canadese e il Comune di Piazza Armerina, giovedì 23 luglio scorso. Già il 26 luglio 2013, in occasione del 70° anniversario dello sbarco in Sicilia degli Alleati, le strade cittadine erano state protagoniste di una toccante cerimonia, con un folto numero di Canadesi in divisa che, alla presenza delle massime Autorità civili, militari ed ecclesiastiche, avevano ripercorso, da Santa Croce a Piano Duilio, le tappe della marcia a Piazza Armerina dei soldati del I Corpo di Spedizione Canadese, arrivati nel 1943 e caduti in 562 proprio in Sicilia. Nel 2018 ricorrerà il 75° Anniversario di quella pagina di Storia e Steve Gregory, promotore e finanziatore del grande evento, nato per ricordare “anime dimenticate”, insieme al Senatore canadese dell’Ontario, Consiglio Di Nino, è tornato nella città siciliana per avviare una serie di iniziative in ricordo dei canadesi che sacrificarono le proprie vite per la liberazione della nostra terra. Accompagnati da Gaetano Catalano, ex Sindaco di Santa Elisabetta, nell’agrigentino, coordinatore delle iniziative canadesi in Sicilia, da Leonardo Salvaggio, storico dello Sbarco in Sicilia, da Salvatore Lo Re e Marco Incalcaterra, già rappresentanti di “Memorie in cammino”, che nel 2013 collaborò alla realizzazione della tappa piazzese, Gregory e Di Nino hanno riabbracciato il Sindaco Filippo Miroddi e il Vicesindaco Giuseppe Mattia. Due anni addietro si era abbozzato un progetto per dedicare, a Piazza Armerina, uno spazio aperto alla memoria dei canadesi caduti, che divenisse un luogo simbolico, contro tutte le guerre. Spazio da adibire a luogo di ritrovo per i cittadini, con aiuole e panchine, dove apporre una targa commemorativa, con le bandiere canadese e siciliana. Nel recente incontro, però, sono state superate le migliori aspettative: Gregory, Di Nino e Miroddi hanno infatti stipulato una lettera di intenti, con la quale è stato avviato un percorso che porterà al gemellaggio tra una città canadese con forte presenza di siciliani emigrati e la comunità piazzese. Di Nino si occuperà in tempi brevissimi di contattare i siculo-canadesi e di individuare quale località sia più rappresentativa per gemellarsi. Ma non finisce qui: Steve Gregory ha infatti deciso di andare oltre, offrendo la propria disponibilità a finanziare la costruzione di una scuola dell’infanzia dedicata ai caduti canadesi, in particolare al Tenente Colonnello Ralph Crowe e al Maggiore Billy Pope, ritratti in una storica foto, mentre si stringono la mano all’ingresso di Piazza Armerina. Entrambi sacrificheranno la loro vita poco dopo. Antistante la scuola verrà creato uno spazio verde che richiamerà i colori canadesi e siciliani. Idea che ha subito entusiasmato i presenti, dal momento che coinvolgerà le nuove generazioni che si affacciano alla vita, e che impareranno una storia che parla di unione, sacrificio e fratellanza tra popoli. Ma che, soprattutto, impareranno a ricordare. Perché coltivare la memoria significa dare speranza e futuro al mondo che verrà.

Nessun commento: