"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

venerdì 31 luglio 2015

Festa della MADONNA DELLE VITTORIE

A S.E. IL VESCOVO E AL CAPITOLO CATTEDRALE. 
QUINDICINA (31 luglio - 14 agosto) E FESTA DELLA MADONNA DELLE VITTORIE (15 agosto, Processione alle ore 20,00).

Eccellenza,
Carissimi Confratelli,
Come sappiamo, anche quest' anno, dal 31 luglio al 14 agosto, avrà luogo il cammino di preparazione spirituale alle grandi celebrazioni in onore della Madonna SS.ma delle Vittorie, Patrona della Città e della Diocesi di Piazza Armerina. 
Il popolo santo di Dio dalle parrocchie, dai quartieri storici e dalle più sperdute periferie si recherà, anche a piedi, in Cattedrale, alle ore 6,30, per la recita del S.Rosario, la partecipazione alla S.Messa con l' omelia e "la meditazione" sui "classici testi", scritti dal Servo di Dio Mario Sturzo e ormai imparati a memoria da tutti: "un' epopea", con protagonista il popolo siciliano, inneggiante alle imprese dei nostri padri, alla ricerca della "perduta identità", sotto il vessillo con l' icona, raffigurante la Gran Madre di Dio e Madre nostra. Come, del resto, si evince, grazie alla suggestiva rievocazione del Palio dei Normanni (12-13-14 agosto). 
Simbolicamente, "il pellegrinaggio" in Cattedrale rappresenta la S.Chiesa di Dio, che è in Piazza Armerina. 
Conseguentemente, la presenza così qualificata dei Capitolari, sotto la guida del Vescovo, non potrà mancare, anche per accogliere meglio e ascoltare i fratelli e le sorelle, che così numerosi, partecipano attivamente alle varie celebrazioni liturgiche, accostandosi ai sacramenti.
Tanto più in un momento, in cui la Chiesa italiana è proiettata vers i due eventi: il Convegno di Firenze e il Sinodo sulla famiglia.
Contestualmete, mi pregio di invitare le Gentili Autorità Civili e Militari, il Clero, i Fedeli, i Quartieri storici e i Concittadini tutti a voler intervenire ai vari momenti celebrativi

                                                             Fraterni saluti, 
                                                                                           Don Antonino Scarcione

Nessun commento: