"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

sabato 8 agosto 2015

La Curia si mobilita per le tele della Cattedrale

don Pino Paci
La Curia lancia l’appello per salvare il ciclo di tele del XV e XVI secolo, bucate e degradate, che si trovano sopra gli altari delle due navate laterali della cattedrale. 
E chiede alla Soprintendenza di mandare i suoi tecnici a monitorare la situazione. 
“Chiediamo un intervento immediato della Soprintendenza per effettuare un sopralluogo e verificare lo stato di salute delle tele, la relazione diventerebbe la base per qualsiasi altra azione”, sottolinea il responsabile dei Beni culturali della Curia, don Giuseppe Paci, da anni impegnato attivamente nella salvaguardia del vasto patrimonio ecclesiastico della Diocesi. 
Proprio don Paci mesi fa aveva annunciato la distribuzione ai parroci di una sorta di vademecum sulle norme di buon condotta da seguire per la manutenzione ordinaria delle chiese delle parrocchie, evitando che i problemi di natura ordinaria con il tempo e l’incuria possano trasformarsi in emergenze di natura straordinaria. Sono almeno sei le grandi tele che presentano condizioni di forte deterioramento e che si trovano sopra gli altari delle due navate laterali. 
Presenti in quasi tutte le opere veri e propri buchi, con la tela spezzata, probabile scollamento di parte della pellicola pittorica, distacco di parte delle tele dalle cornici adiacenti. 
Numerosi danni provocati dal tempo, dall’avanzare di umidità e muffa, visibili a occhio nudo sulle pareti del duomo. 
Anche padre Paci lancia un appello a tutti gli enti: “Credo sia importante fare rete e agire insieme, tutte le istituzioni devono fare squadra e avere la capacità di affrontare i problemi che si presentano”.

Filippo Rausa
Ad auspicare un sopralluogo immediato dei tecnici della Soprintendenza anche il “padrone di casa” del quartiere, il presidente del comitato Monte, già più volte in passato impegnato a denunciare la necessità di un piano di manutenzione della cattedrale. 
“Siamo d’accordo anche noi, la prima cosa da fare è quella di chiedere una diagnosi sullo stato di salute delle tele alla soprintendenza, voglio ricordare a tutti che stiamo parlando della chiesa più importante della Diocesi, dove si trova anche la patrona della città e di tutta la Curia”, dice Rausa.

Francesco Galati
A lanciare l’allarme nei giorni scorsi era stato Francesco Galati, già componente della commissione tecnica nazionale dei comuni italiani siti Unesco, attuale presidente dell’associazione turistico-culturale Mira 1163.

                                                    Roberto Palermo

Nessun commento: