"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

venerdì 6 novembre 2015

Invito ai quartieranti ai concittadini ricicliamo i rifiuti e manteniamo Piazza Armerina pulita

A undici mesi di distanza tanti concittadini e quartieranti si ostinano a non volere fare la raccolta differenziata, in queste ultime settimane peraltro sembrano aumentare i sacchetti dell’immondizia, compresi molti ingombranti, che i soliti incivili lasciano accanto i bidoni di raccolta vetro e metalli.

E così lungo le strade del quartiere via Floresta, via Cavour, largo Capodarso, via Campagna San Martino e in piazza Generale Giunta puntualmente mucchi di spazzatura, accantonata tutto intorno i bidoni fa bella mostra di se, una sorta di grande immondezzaio a cielo aperto.

Una vergogna perpetrata da personaggi ignobili e ignoranti, che piuttosto di pretendere la perfetta applicazione del sistema “porta a porta”, come tanti ladri vanno in giro per la città aspettando il momento opportuno per gettare via il sacchetto della spazzatura, con il risultato che giorno dopo giorno i cumuli qua e là crescono sotto gli occhi e nell'indifferenza di tutti. 

I soliti buontemponi imputano candidamente all'Amministrazione comunale la responsabilità di ciò che fa una piccola minoranza di irriducibili della maleducazione, e diciamo questo non perché noi siamo bravi o in sintonia col sindaco, ma perché siamo cittadini di questa città, quartieranti senza pregiudizi, onesti e incazzati, che pagano anche per altri cittadini che non lo fanno, la tassa sui rifiuti.

E proprio a questi incivili che gridiamo ad alta voce di smetterla, poiché se vogliamo una città pulita ai nostri occhi e agli occhi dei tanti turisti che giornalmente percorrono le vie del centro storico è indispensabile la massima collaborazione di tutta la comunità per contrastare l’illegale abbandono dei rifiuti sulle strade e isolare chi continua a ignorare le regole di base della convivenza civile.

Pertanto, facciamo appello a tutti i fieri ed orgogliosi concittadini di Piazza Armerina, a far sentire la voce indignata quando vediamo i maleducati buttare cartacce per strada, quanto vediamo incivili abbandonare di tutto agli angoli delle vie, dicendo loro che non è giusto, che non si ha rispetto per il prossimo, che è reato e che non si può continuare a fare quel che pare a ognuno, perché la città è di tutti e non può una spaurita minoranza di barbari rendere indecorosa Piazza Armerina.
Detto ciò concludiamo affermando che la parola, è la migliore forma di democrazia, il suo peggior nemico non è l’amnesia, ma il qualunquismo.

                                                                                              Filippo Rausa

1 commento:

Mirella Calcagno Scollo ha detto...

E non è solo il Monte a offrire una così vergognosa immagine di sé. E i cumuli di spazzatura sotto il balcone di scuola gaginesca della via Cavour,o accanto all'asilo nido"Miriam Schillaci" e quelli accanto al vecchio Magistrale e quello accanto all'Ostello del Borgo, e quello nella discesa di santo Stefano e quello davanti al cosiddetto buco della Castellina e quello davanti.... e quello davanti... ecc. ecc. Da cittadina sono disgustata e furibonda. Perché oltre al Quartiere Monte, tutti gli altri quartieri non fanno un'opera di informazione capillare sulla raccolta differenziata e un richiamo forte agli abitanti del loro quartiere il cui orgoglio non si deve vedere solo il giorno del Palio, sarebbe infantile e ridicolo, ma nella pulizia delle loro strade e nel rispetto di tutti i cittadini che vi abitano?. Mirella Calcagno Scollo