"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

mercoledì 25 novembre 2015

Istituzione di un mercatino ortofrutticolo in piazza Castello



Riproponiamo il progetto di "Istituzione di un mercatino ortofrutticolo in piazza Castello - piano Carcere", già proposto in data 3 marzo 2011, alla precedente Amministrazione e al Consiglio comunale; in data 09 gennaio 2014 alla Amministrazione Miroddi e al Consiglio comunale.

Di seguito una breve cronistoria dei fatti.

La precedente Amministrazione comunale, condividendo a pieno la nostra proposta, approvava con delibera di Giunta Municipale l'istituzione di ben 5 mercatini nei vari quartieri, purtroppo, questi non videro mai la luce, perché bocciati dal Consiglio Comunale, in quanto il progetto iniziale di vendita di frutta e verdura proposto, era stato “snaturato” con l'aggiunta di altre tipologie merceologiche, infatti nelle dichiarazioni di voto contrario della maggior parte dei Consiglieri, in alcuni quartieri avrebbero danneggiato le attività commerciali in sede fissa.

Anni 1920, mercato in piazza S. Rosalia
A distanza di due anni, il Governo del Quartiere con una nota inviata al Presidente del Consiglio Comunale, Gianfilippo La Mattina, ai Capi Gruppo Consiliari, al Sindaco, Filippo Miroddi e all'Assessore al Commercio dell’epoca, Filippo Sammarco, riproponeva la proposta di Istituzione di un mercatino ortofrutticolo in piazza Castello - piano Carcere.

Detta proposta (alla presenza dell’ass. Sammarco), veniva trattata dalla locale Commissione commercio su aree pubbliche, che accogliendone le finalità di “servizio verso le fasce di popolazione anziana”, davano mandato all’Amministrazione comunale di istituirla.
Le successive dimissioni dell’assessore, ne bloccavano il suo iter. A distanza di qualche mese e in presenza del nuovo assessore al Commercio nella persona della dott.ssa Valentina Nicotra, riproponiamo la presente confidando che possa trovare un immediato riscontro.


Di seguito riportiamo il testo integrale trasmesso alle autorità sopra citate.


Piazza Armerina  24 novembre  2015

  Sig. Sindaco, Filippo Miroddi
  Ass. al Commercio Valentina Nicotra

fine anni 1980, la sig.ra Farina titolare di un box
in piazza S.Rosalia 
nel corso di quest’ultimo ventennio il quartiere Monte fulcro del centro storico è stato privato di un importante punto d’incontro ed aggregazione, ci riferiamo al mercatino ortofrutticolo e generi alimentari che per decenni ha avuto il suo cuore pulsante nella piazza Santa Rosalia.
Se da un lato la piazza è stata oggetto di intervento di riqualificazione con la ristrutturazione dell’adiacente palazzotto risistemato agli inizi degli anni ’80 per essere adibito a Pretura; la successiva ripavimentazione con la demolizione dei box-punti vendita nel corso degli anni ’90, dando un nuovo decoro a quell’angolo di quartiere Monte; dall’altro nulla venne fatto per compensare la cancellazione dal centro storico di attività commerciali presenti sin dagli anni ’20.
sullo sfondo i box in piazza S. Rosalia
Il trasferimento di dette attività in altre zone della città (cosi come il trasferimento dell’ospedale, la
soppressione della Pretura, il trasferimento dell’Azienda di soggiorno e turismo), ha determinato un continuo esodo e depauperamento del tessuto sociale, trasformando il quartiere in un grande contenitore di abitazioni dormitorio.


L’avere spostato il mercato ortofrutticolo, concentrandolo tutto nella piazza Falcone e Borsellino e vie adiacenti, ha comportato per i residenti del centro storico la modifica di comportamenti ed abitudini, infatti ha indotto i quartieranti a uno sfrenato utilizzo dell’automobile (anche a causa di un servizio urbano deficitario), infatti per andare a fare la spesa anche per acquistare solo 1 kg di frutta di stagione o un mazzo di verdura, l’automobile è diventata imprescindibile.

Pertanto, con la presente per colmare un gap, creato dalla passata politica distratta e forse poco sensibile alla tutela e salvaguardia del centro storico, e per venire incontro alle tante richieste dei quartieranti,

SI   C H I E D E
 
la istituzione di un mercatino ortofrutticolo in piazza Castello - piano Carcere per alcuni giorni la settimana, al fine di potere ricreare un punto d’incontro per le tante donne e uomini, per tutta quella popolazione anziana impossibilitata a spostarsi e che invece facilmente e con comodità potrebbero dalle limitrofe vie recarsi a fare le compere.
Inoltre l’individuazione di un mercatino ortofrutticolo in piazza Castello - piano Carcere già animato dalla presenza nelle vie viciniore di diversi bar, ristoranti e pizzerie, attività artigianali, bed and breakfast, consentirebbe ai tanti turisti che sono soliti percorrere le “romantiche” vie del nostro centro storico, di soffermarsi nella piazza Castello perché attratti dai colori, dagli odori che frutta, verdura, fiori e prodotti tipici sono soliti diffondere.

A conclusione di questa nostra missiva, si auspica che la creazione, riportando nel centro storico il mercatino ortofrutticolo possa avere una duplice valenza: da un lato servire direttamente e sul posto le numerose famiglie che risiedono nel quartiere, e quanti per motivi di lavoro vi trascorrono parte della loro giornata; mentre dall'altro si eviterebbe che le bancarelle abusive sorgano a casaccio agli angoli delle strade con tutti i problemi che ne sussistono.
A tal fine, certi che la nostra proposta possa trovare un favorevole accoglimento, cordialmente porgo distinti saluti.

                                   Il Presidente
                                  Filippo Rausa
                                                                            

Nessun commento: