"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

mercoledì 15 giugno 2016

Finanziato dopo 34 anni di assoluto abbandono l'ex magistrale, ospiterà il nuovo Commissariato di Polizia di Stato

Quando la Politica è al servizio della comunità, aldilà di schieramenti politici pronti a criticare chi e chessia, della serie "levatitici tu che mi ci metto io".
Di seguito l'articolo di Totò Conti, tratto dal sito di Radio Mosaici a cui noi in premessa aggiungiamo quanto segue.
Nel complimentarci con il vicesindaco Giuseppe Mattia che ancora una volta dimostra di avere acume nelle scelte politiche e i risultati finora conseguiti ne sono una chiara testimonianza, questo nuovo finanziamento conquistato, si aggiunge alle opere pubbliche già in cantiere che verranno avviate nelle prossime settimane; per tutto ciò lo ringraziamo per avere preso spunto da una interrogazione presentata dalla Consigliera Comunale Laura Saffila, il 17 giugno 2014, che proponeva "provocatoriamente, ma non troppo" di realizzare un parcheggio in ciò che rimane dell’ex Scuola Magistrale abbandonata 34 anni or sono, nel lontano 1982.
Di seguito il testo dell’interrogazione presentata al Sindaco: http://www.quartieremonte.com/2014/06/interrogazione-al-sindaco-proposta_18.html

Nuovo successo dell’Amministrazione Miroddi che ha ottime possibilità di realizzare un Suo nuovo progetto portato avanti dal Vice Sindaco Giuseppe Mattia e dall’Ufficio Tecnico: “Il recupero e la ristrutturazione dell’ex Magistrale di via Umberto per alloggiare gli uffici del Commissariato di Pubblica Sicurezza”.

Questo progetto ci dice Mattia, oltre a garantire la presenza dello Stato ed assicurare la permanenza del Commissariato a Piazza Armerina, consente di restituire alla Città ed al centro storico un bene monumentale e di grande pregio che fa parte della nostra memoria storica ed identitaria, la scelta dell’Amministrazione di recuperare la sede dell’ex Magistrale per adibirla ad uffici di P.S. prende, come si suole dire, due piccioni con una fava, da un lato garantisce il recupero e la conservazione di uno dei più importanti e prestigiosi complessi monumentali di architettura religiosa e civile, dall’ altro la conservazione di un edificio ormai abbandonato da anni, questo obiettivo si è raggiunto, grazie al binomio di utilità pubblica e salvaguardia architettonica, storica e culturale.
La costruzione dell’edificio venne iniziata intorno al 1320 con il contributo di Guglielmo Caldarera, Barone di Favarotta e Bifera per essere adibito a convento delle Clarisse, poi nel secolo XVII° venne integrato con la costruzione della Chiesa, nel 1866 l’edificio venne ampliato fino a raggiungere le mura trecentesche della Città, infine divenne sede dell’Istituto Magistrale, una delle più prestigiose scuole della Città.
Il Progetto altre al recupero della struttura prevede che essa sia dotata di tutti i più moderni sistemi architettonici, termici e di video sorveglianza, in poche parole un edificio che nel rispetto di un patrimonio artistico e culturale sarà tecnologicamente all’avanguardia.

Il Sindaco Miroddi, avendo avuto notizia della fattibilità del progetto, ha immediatamente informato il Questore di Enna ed il Commissario di Piazza Armerina che si sono congratulati con lui e con la sua Amministrazione per il lavoro proficuo che stanno svolgendo e continuano a svolgere nell’interesse della comunità Armerina.

                                                                                              Totò Conti


1 commento:

Anonimo ha detto...

E quando sara' possibile tutto cio'...???Come si dice, tra il dire e il fare c'è di mezzo il "mare"....cmq speriamo BENE