"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

giovedì 9 giugno 2016

Segnalazione dei cittadini per salvare gli Affreschi del Borremans nella chiesa di San Giovanni Evangelista




Una Donna vestita di sole. Visione di S.Giovanni (Apocalisse)

Qui di seguito, la segnalazione del Monumento storico culturale della Chiesa di San Giovanni Evangelista in Piazza Armerina, vero gioiello d'arte abbandonato, i cui affreschi di Guglielmo Borremans stanno per rovinarsi irreversibilmente a causa dell'annosa mancanza di fondi.

On.le Governo Italiano,
Spett.le Presidenza del Consiglio dei Ministri, 
ROMA

Mons. Antonino Scarcione, Rettore della chiesa
L'associazione turistico-culturale MIRA 1163 di Piazza Armerina  (EN) -Sicilia e il comitato promotore per il recupero della CHIESA SAN GIOVANNI EVANGELISTA di PIAZZA ARMERINA, presieduto dal Dott. Marletta Giovanni, già Presidente della Corte di Appello di Catanzaro,in armonia alla disposizione economica di € 150 milioni per il recupero di luoghi culturali, dimenticati ed in abbandono rappresentano quanto segue:

La Città di Piazza Armerina è conosciuta in tutto il mondo per la presenza nel suo territorio della VILLA ROMANA DEL CASALE (315-330 d.C),sito UNESCO e PATRIMONIO  dell' UMANITA' dal 1997. La Città ha visto nei secoli la presenza di tutte le dominazioni che si sono susseguite in Sicilia:dai Greci ai Romani, dagli Arabi ai Normanni, dagli Aragonesi  ai Borboni. Essa fu distrutta nel 1161 per volere del Re Guglielmo il Malo che la fece riedificare nel 1163 sul tavolato del Monte MIRA con lo stesso materiale della distruzione.
Le predette dominazioni hanno lasciato delle impronte  indelebili di storia e di cultura che si possono leggere e vedere attraverso i bellissimi monumenti, chiese e palazzi dell'epoca, di cui la Città è ricca. Per la sua grande importanza, anche, nel campo religioso, la Città di Piazza Armerina è sede fin dal 1817 della Diocesi Vescovile. 

Apoteosi di S.Benedetto. (Affresco danneggiato)
Purtroppo vi sono dei luoghi di grande valore artistico-culturale in completo abbandono dovuto a mancanza di risorse finanziarie e negati alla fruizione, anche turistica, da parte del tanti visitatori. Tra questi luoghi in abbandono, di elevatissimo significato artistico culturale e religioso, è da inserire LA CHIESA DI SAN GIOVANNI EVANGELISTA il cui monastero fu fondato il 16 Novembre 1361.L'interno della Chiesa è interamente affrescata con raffigurazioni religiose. L'On.le Sgarbi nel vedere la prima volta gli affreschi il cui autore è Guglielmo Borremans, sec.XVIII, 
ebbe a dire che tale bellezza pone la Chiesa quale "LA CAPPELLA SISTINA" DELLA SICILIA.
La Chiesa di San Giovanni Evangelista è di proprietà del FEC (FONDO EDIFICI CULTO) del MINISTERO DEGLI INTERNI).
Purtroppo la predetta Chiesa abbisogna urgentemente di lavori di recupero riguardanti la Torre campanaria e sopratutto la parte del coro ligneo e l'esterno che mostra attualmente un sgretolamento della facciata. L'intero progetto di recupero si trova presso il Ministero degli Interni sez. FEC. 
Il procrastinarsi dei tempi degli interventi di recupero porterà a delle serie problematiche del bene  e che la Città potrebbe perdere un bene culturale di alto valore anche religioso e sopratutto perdere un bene inestimabile quali gli AFFRESCHI DEL BORREMANS
Pertanto  per quanto evidenziato si chiede di inserire LA CHIESA DI SAN GIOVANNI EVENGELISTA DI PIAZZA ARMERINA nell'apposita graduatoria di finanziamento per il recupero  della stessa a fruizione dei fedeli e del tantissimi turisti provenienti da tutto il mondo in quanto la Città di Piazza Armerina è sede del sito UNESCO della VILLA ROMANA DEL CASALE. 

mons. Antonino Scarcione, il Soprintendente arch. Salvatore Gueli,
 il Vescovo mons. Rosario Gisana, nel corso di un incontro nella
chiesa di San Giovanni sul recupero degli affreschi
Si ringrazia e si porgono cordiali saluti.
 f.to IL Presidente MIRA 1163 Dott. Francesco Galati già componente del Comitato tecnico-scientifico per i siti UNESCO e i rappresentanti del Comitato “Pro Guglielmo Borremans”, presieduto da S.E.il Dott. Giovanni Marletta, già Procuratore Generale della Repubblica, di cui fanno parte: il Nobile Quartiere Monte, le Associazioni e Club Services, Diocesi di Piazza Armerina, Comune di Piazza Armerina, Cavalieri santo Sepolcro di Gerusalemme, Fondazione Prospero Intorcetta-Cultura Aperta, Serra International, Lions Club, Kiwanis Club, Rotary Club, FIDAPA, Inner Wheel, Archeoclub D’Italia, Uciim, Cif, Magistrato dei Quartieri, Legambiente, Società di Storia Patria, Italia Nostra, Gruppi Archeologici d’Italia.

                                                                            Filippo Rausa

Nessun commento: