"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

domenica 14 agosto 2016

Presentazione del Palio a Sala delle Luci, realizzato da Pietro Rausa

Giovedì 11 agosto, alle ore 12:00 a Sala delle Luci, ha avuto luogo la conferenza stampa di presentazione del Palio, realizzato quest'anno dall'artista Pietro Rausa.

In una Sala delle Luci particolarmente gremita, a partecipare all'evento oltre al sindaco Filippo Miroddi e alla sua giunta municipale, il vescovo della Diocesi piazzese mons. Rosario Gisana, il comandante della Compagnia Carabinieri di Piazza Armerina, capitano Vincenzo Bulla, il prevosto della Cattedrale mons. Antonino Scarcione, il parroco don Filippo Bognanni, i presidenti dei quattro quartieri Castellina, Massimo Di Seri, Canali, Salvatore Arena, Casalotto, Daniele Tornetta, Monte, Filippo Rausa.

Agli interventi del Sindaco, del Vescovo,  è seguito quello del giovane artista Pietro Rausa che nel presentarsi ha brevemente descritto il drappo.

La presentazione del palio è stata a cura del maestro Angelo Scroppo, direttore scientifico della Pinacoteca comunale e artista che negli anni passati ha realizzato diversi drappi del palio.

Infine la giornalista Marta Furnari nel presentare Pietro, gli ha rivolto alcune domande sulle tecniche
adoperate per la realizzazione dell'opera e sul suo significato.

Pietro Rausa potrà vantare un suo record, quello di essere il più giovane artista, ventuno anni, ad avere realizzato il drappo del Palio dei Normanni.

Il Palio verrà consegnato al quartiere vincitore della 61^ edizione del Palio dei Normanni rimanendo di proprietà del quartiere che lo collocherà presso la propria sede; mentre il tradizionale Palio, la copia del Vessillo raffigurante l’icona bizantina della Madonna delle Vittorie, oltre ad essere custodito per l’intero anno nella sede o nella chiesa parrocchiale del quartiere, questi verrà successivamente restituito per essere rimesso "in palio".






 















Nessun commento: