"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

martedì 18 ottobre 2016

ADDIO MONSIGNOR GRAZIO ALABISO

Riceviamo e Pubblichiamo

Nel pubblicare il post inviatoci dall'amico Franzone, non possiamo non ricrdare brevemente la vita di Mons. Alabiso, che ha studiato e vissuto per un periodio a Piazza Armerina. 
Mons. Alabiso, 75 anni era nato l'1 febbraio del 1941. Ordinato sacerdote l'11 agosto del 1963, era sacerdote da 53 anni e dall'11 marzo del 1983 era parroco della chiesa Madre di Gela.
Diversi gli incarichi ricoperti negli oltre 50 anni di sacerdozio: Vicario parrocchiale del SS. Crocifisso in Piazza Armerina proprio nel nostro quartiere Monte, vice Rettore del Seminario. 
A Gela, Vicario parrocchiale al Carmine, Assistente dell'Agesci (Scouts), del C.S.I. e del C.T.G., Parroco a S.Giovanni Evangelista, a Maria SS.Assunta in Cielo, e infine nella Chiesa Madre, Vicario Foraneo della città di Gela. 
E' stato Segretario del Consiglio Presbiterale Diocesano, membro del Consiglio Pastorale Diocesano di Piazza Armerina e membro del Collegio dei Consultori. 
Docente di Storia e di Patrologia all'Istituto Teologico "Mario Sturzo"; dall'1986 era componente del Consiglio di Amm. dell'Opera Pia Pignatelli di cui era Presidente dal 1996. Dal 2009 era Familiare dell'Ordine Teutonico e dal 2012 Assistente Spirituale Vicario della Commenda di S.Maria degli Alemanni.
Dal 2003 era Delegato Vescovile per l'Edilizia di Culto e componente della Commissione diocesana di Arte Sacra, curando e seguendo la realizzazione di nuovi complessi parrocchiali, di case canoniche e dell'acquisto e lavori di recupero e adattamento dell'ex convento di San Francesco (già ospedale M.Chiello) di Piazza Armerina oggi sede dela Curia diocesana, Episcopio e Casa del clero.
Tratto da: http://www.diocesipiazza.it
Oggi la città di Gela perde una figura di primo piano, una persona che per decenni ha stimolato tanti a fare di più e meglio per la collettività: Monsignor Grazio Alabiso.
Noi del CSAG lo vogliamo ricordare rendendo nota la sua spinta e collaborazione al progetto condotto avanti fino ai giorni nostri.
Già nel 2005 ci concesse i locali parrocchiali per le nostre riunioni, ancor prima di registrare l’associazione. “Progetto Provincia”, l’associazione nata per l’istituzione della Provincia di Gela, prende il nome da un appunto di Monsignore sulla Sua agenda, per ricordarsi che il venerdì quella stanza del locale parrocchiale era occupata dal nostro gruppo. Il primo rigo dell’atto costitutivo dell’Associazione Progetto Provincia così recita: “L’anno duemilasei il giorno 24 del mese di giugno, nella via Matrice, presso il palazzo parrocchiale della Chiesa Madre di Gela, si sono riuniti i signori:”.
Ha supportato, incentivando i frequentatori della Chiesa Madre, a firmare la proposta di iniziativa popolare per l’istituzione della Provincia di Gela; Lo stesso fece per invogliare i concittadini a recarsi a votare il referendum per l’adesione al Libero Consorzio di Catania.
Fino a due settimane fa, al nostro ultimo incontro, l’incentivo a continuare per il bene ed il riscatto della città.
Grazie Monsignore Alabiso, tutti noi le dobbiamo tanto, per i suoi insegnamenti, per infondere coraggio e forza a tutti noi. Ci ricorderemo sempre di Lei attraverso i suoi insegnamenti.

Addio Monsignore, e grazie ancora.
                                                                                                Filippo Franzone 
                                                                                             Coordinatore CSAG 

Nessun commento: