"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

lunedì 31 ottobre 2016

Il Giorno dei "Morti"


Anche quest’anno ci siamo, è ormai prossimo il Giorno dei Morti, il solito tram tram al cimitero, un vie vai di gente che si affanna a comprare fiori a lustrare la sepoltura del proprio estinto, per onorare il proprio caro.
I viali pieni di tanta gente, il continuo brusio per qualche giorno prenderà il soppravvento del costante silenzio che regna al Cimitero, il chiacchiericcio di una, cento, mille persone pervaderà quei viali, dalla banale domanda dové la sepoltura di quel parente, di quell’amico, ai discorsi di tutti i giorni, dagli ‘egoismi’ di sempre ai ‘drammi’ familiari, tutto sarà oggetto di discussione anche al Camposanto, ponendo lontano il pensiero che un dì, anche noi, saremo ospiti di questo sacro luogo, lasciando ai posteri la propria memoria e ogni cosa.
                                                    Filippo Rausa


----- La stanza accanto ----
 
La morte non è niente, io sono solo andato
nella stanza accanto.
Io sono io. Voi siete voi.
Ciò che ero per voi lo sono sempre.
Datemi il nome che mi avete sempre dato.
Parlatemi come mi avete sempre parlato.
Non usate mai un tono diverso.
Non abbiate un’aria solenne o triste.
Continuate a ridere di ciò che ci faceva
ridere insieme.
Sorridete, pensate a me, pregate per me.
Che il mio nome sia pronunciato in casa
come lo è sempre stato.
Senza alcuna enfasi, senza alcuna ombra
di tristezza.
La vita ha il significato di sempre.
Il filo non è spezzato.
Perché dovrei essere fuori dai vostri pensieri?
Semplicemente perché sono fuori dalla vostra vista?
Io non sono lontano, sono solo dall’altro lato
del cammino.
                                               Charles Peguy



Nessun commento: