"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

venerdì 17 marzo 2017

8 milioni di € in fumo per la Villa Romana del Casale

Riceviamo e Pubblichiamo

Di seguito riportiamo il comunicato stampa del Dott. Francesco Galati, già Dirigente al Comune di Piazza Armerina nel settore Beni Culturali, Turismo e Spettacolo e attualmente Presidente dell'associazione MIRA 1163, relativamente il mancato finanziamento di otto milioni di euro per interventi che si sarebbero dovuti effettuare nel Parco Archeologico Villa Romana del Casale.
Con mio grande stupore questa mattina nel leggere il giornale "La Sicilia", 17 marzo 2017" cronaca di Enna, ho appreso amaramente la notizia che il bene archeologico principe della Regione Sicilia, non ha ottenuto un finanziamento di otto milioni (8 milioni di euro), in quanto le progettualità non erano immediatamente cantierabili. 

Pazzesco! Inimmaginabile! proprio tale finanziamento sarebbe stato il giusto medicinale salvavita per i dovuti interventi alla Villa Romana del Casale. 

A nulla sono valsi in passato le grida di allarme e le varie interpellanze in Consiglio Comunale da parte della consigliera Laura Saffila

Tutto è stato reso inutile grazie a tutti coloro i quali che per istituzione non hanno fatto appieno il loro dovere nei confronti di una Città ancora una volta come già riferiva Padre Carmelo Capizzi S.J., nostro cittadino illustre e carissimo, in data 17 Maggio 1989, con nota inviatami e che conservo gelosamente, "......continuamente ingannata,tradita e bestialmente sfruttata".

Oggi alla luce, di quanto riferito nell'articolo di stampa, si può dire senza alcun eufemismo, giro di parole che il " Re è nudo ", la politica piazzese ha perso, per il suo mancato decisionismo ed interventismo nei confronti dell'Assessorato Regionale ai Beni Culturali il quale, tra l'altro, era già stato avvisato in illo tempore, esattamente il 7 ottobre 2014, con missiva inviata sempre della consigliera comunale Laura Saffila e in cui venivano evidenziati le gravi problematiche del Triclinium ed altro.

La continua bugia da parte della politica che "....non ci sono soldi" un leit motiv che contraddistingue oramai da anni la risposta a risolvere i vari problemi della collettività, a quanto pare è stata sbugiardata, e, come detto, ha messo a nudo la incapacità di intercettare i finanziamenti.

Cioè i soldi ci sono basta fare il proprio dovere e sopratutto avere amore proprio verso un bene individuato dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità.

L'Associazione MIRA 1163 esprime tutto il suo dispiacere e rammarico in quanto non concepisce che non fare il proprio dovere fino in fondo il lavoro del politico, del burocrate, risulta inutile e sopratutto non raggiunge mai l'obiettivo finale.
Bisogna controllare, visionare, sollecitare e non fermarsi al solo "......abbiamo deliberato".

                                                                                                                                                                                           Il Presidente
                                                                                                   FRANCESCO GALATI

Nessun commento: