"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

martedì 18 aprile 2017

La nonna del Monte, Maria Oliva festeggia 108 anni

Abita nel cuore del centro storico di Piazza Armerina Maria Oliva che, dopo Rosa Romano di Troina, è la persona più longeva dell’Ennese e forse non solo. 
Maria Oliva quest’oggi, oltre a festeggiare la Pasqua, taglia il traguardo dei 108 anni. 
Nata il 16 aprile del 1909, sei anni prima dello scoppio del Primo conflitto mondiale e nel mese in cui Robert Edwin Peary raggiungesse il Polo Nord. 
Primogenita dell’agricoltore Giuseppe Oliva e di Giuseppa Barbarotto, Maria è cresciuta insieme a tre sorelle e tre fratelli. Una famiglia molto longeva la sua. Sono viventi il fratello Salvatore di 97 anni e la sorella Lucia, che risiede a Torino e ha 95 anni.   
A 18 anni Maria si sposa con Filippo Catalano, anch’esso agricoltore, morto 52 anni fa e va a vivere al Monte un quartiere storico di Piazza Armerina, all’ombra della maestosa Cattedrale che, assieme alla Villa romana del Casale, è uno dei monumenti per cui è nota la città del Centro Sicilia. 
Maria, che ha sempre fatto la casalinga, ha avuto da Filippo 8 figli che l’hanno resa nonna di 24 nipoti, a cui si sono aggiunti 25 pronipoti e 2 trinipoti. 
Attualmente l’ultracentenaria vive in casa della figlia Nunzia e del genero Giovanni Arena, che dopo aver lavorato per tanti anni a Torino sono rientrati appositamente per accudirla: “Mia mamma -racconta Nunzia - gode di ottima salute, mangia di tutto, ogni  giorno mi chiede di recitare insieme il rosario, e nonostante da un paio di anni, per alcuni problemi alle gambe, non possa più percorrere lunghi tratti a piedi, ama circondarsi della sua numerosa famiglia e di tutti noi ricorda storie e aneddoti”.

Compleanno del 2016
Ma qual è il segreto dell’elisir di lunga vita di Maria, arrivata a 108 anni e soprattutto, in buona salute? La sua storia ha suscitato la curiosità di un medico catanese, Paolo Sabella: “Ogni anno l’infermiera Melina Catalano, nipote di Maria, mi racconta del compleanno di sua nonna, con cui condivido giorno e mese di nascita. 
Incuriosito, mi sono recato a Piazza Armerina per conoscerla e sono rimasto piacevolmente sorpreso. Da medico avrei voluto interpellare i miei professori di fisiologia umana, medicina interna, clinica medica e geriatria, per avere spiegazioni su questo fenomeno. 
Maria risponde al telefono, ricorda lucidamente tutto della sua vita, è autosufficiente, cucina, parla del futuro. Il perfetto funzionamento del suo cervello potrebbe riempire un trattato di fisiologia umana, ed anche per il cervelletto, la porzione dell'encefalo dove arrivano stimoli acustici, visivi, tattili, nonna Maria non si smentisce, infatti sente bene, vede bene e cuce di fino! Per tutto ciò avrei voluto contattare i miei professori di fisiologia e patologia medica, ma non posso…perché loro, quanto a longevità, non hanno emulato Maria. Spero di essere da lei anche l’anno prossimo per dirle ancora 100 altri di questi giorni!”.

Foto di repertorio con i soci del direttivo del quartiere
“Sarà l’aria buona di Piazza Armerina – scherza infine il sindaco Filippo Miroddi - che contribuisce alla longevità di Maria. Anche quest’anno andremo con piacere a trovarla per omaggiarla di una targa e della consueta torta”.
                                                                                       Marta Furnari

Pubblicato il 16 aprile 2017 a pag 6 della cronaca regionale del quotidiano “La Sicilia”                                              





Per la cronaca, ieri mattino nonna Maria si è sentita male, ed è stata portata all'ospedale Chiello per una visita di controllo. Dalla Tac è emerso che la signora ha avuto un leggero Ictus, ciononostante le condizioni sono migliorate e i medici sono ottimisti. 
Auguriamo a nonna Maria di riprendersi al più presto e ritornare nella sua casa, stratta dall'affetto dei suoi cari.

Nessun commento: