"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

lunedì 12 giugno 2017

Con le celebrazioni del doppio Anniversario, archiviata una pagina di Storia

La manifestazione di ieri passerà alla storia del quartiere, quale giornata, che ha visto per la prima volta in assoluto riuniti quasi tutti i protagonisti che dal 1983 ad oggi, hanno scritto con il loro impegno e il loro lavoro la storia del più antico e prestigioso Comitato di quartiere.

In una calda giornata di sole, ad iniziare a fare festa per le celebrazioni del Comitato, sono stati i musici del nobile quartiere Monte Mira che al suono dei tamburi e delle trombe, sin dal primo pomeriggio, hanno ridestato il torpore estivo, percorrendo le principali arterie del quartiere.

L’esibizione nella piazza Cattedrale e il successivo corteo che ha portato tutti nei locali della sede, dove di lì a poco si è svolta la cerimonia del doppio anniversario della Fondazione e della Costituzione con atto notarile del Comitato di Quartiere.

Ha fare gli onori di casa, il presidente Filippo Rausa, che ha accolto in una sala gremitissima di soci, i concittadini e le autorità presenti per l’occasione.

(Il Sindaco Filippo Miroddi, l’Assessore al Turismo Carmelo Gagliano, il prevosto della Cattedrale, mons. Antonino Scarcione, il presidente della Fondazione Prospero Intorcetta Cultura Aperta, Giuseppe Portogallo, il presidente del Circolo di Cultura, Filippo Gamuzza, il presidente del quartiere Castellina, Massimo Di Seri, la presidente dell’Uciim, Marianna La Malfa, i poeti Pino Testa, Tanino Platania, Salvatore Pilotta, il decano dei lamentatori Filippo Storia, il maestro Angelo Scroppo).

A fare da cornice all'evento i presidenti che nell'ultimo trentennio si sono succeduti; Salvatore Abate, Paolo Roccazzella, Giuseppe Elettrico, Filippo Purrazza, così come tutti i soci della prima ora, Osvaldo Zitelli, Donella Prestifilippo, inoltre molti dei soci del 1997 che costituirono legalmente con atto notarile il Comitato, Giuseppe Giarrizzo, Giuseppe Bilardo, Rosario Purrazza, Luciano Alessandro, Giuseppe Lombardo.

E ancora tutti i soci attuali del cosiddetto “Governo del Quartiere” Salvatore Oliva, Giuseppe Parlascino, Vincenzo Conti, Alfredo Bandiera, Pietro Bruno Aronica, Osvaldo Scarcelli, Salvatore Palma, Antonino Amato; Filippo Aloi, Salvatore Maretta, Concetto Cassarino, il gruppo donne con Valeria Aloi, Lidia Purrazza, Rosa Laura Treno, Antonella Buetto, Maria Catena Di Salvo, Giuseppa Lo Presti, Rita Di Dio Ciantia, Valentina Conti, Melina Zingale.

Presenti anche la moglie e la figlia dei compianti Fabrizio Bertini, Silvana Masuzzo e Miriana Bertini; e le figlie ed il papa del compianto Gregorio Parlascino, Maria Grazia, Eleonora e il nonno Filippo.

Il presidente Filippo Rausa, nel suo appassionato intervento ha fatto un lungo excursus storico dei 34 anni di vita del Comitato, evidenziando i passaggi più significativi e più importanti che da quel lontano 1983 hanno portato ai nostri giorni; sono stati ricordati i soci defunti, che con la loro disponibilità e il loro lavoro contribuirono a portare avanti le attività del quartiere; il parroco della parrocchia del Crocifisso, don Michele Nicosiano, i sigg. Giuseppe Barresi, Pietro Elastico, Vincenzo Calcagno, per giungere a Gregorio Parlascino che insieme ad Osvaldo Zitelli e Salvatore Abate fu l’ideologo del Comitato di Quartiere e di Fabrizio Bertini giovane attivista.

Per l’occasione alla memoria di Gregorio Parlascino e Fabrizio Bertini, sono state dedicate due sale, la “presidenza” a Gregorio e la “sala polifunzionale” a Fabrizio; a scoprire le apposite targhe collocate sulle rispettive porte, sono stati i familiari, in un’atmosfera di commovente ricordo.

Tra un intervento ed un altro, da parte di Filippo Purrazza, Osvaldo Zitelli, Giuseppe Elettrico, salvatore Oliva, dell’Assessore Gagliano e del Sindaco, i tre poeti hanno recitato delle poesie, tutte molto pertinenti il quartiere, in particolar modo quelle recitate da Salvatore Pilotta, che nel 1984 da socio del Comitato, compose delle quartine che descrivono uno spaccato di vita di quegli anni.

Osvaldo Zitelli, che dal 1983 al 1986 ricoprì il ruolo di segretario del Comitato, dopo il suo intervento, ha ufficialmente consegnato e donato diversi materiali "storici" in suo possesso, compreso il manifesto di nascita del Comitato di quartiere. 



A conclusione è seguito l’intervento di monsignore Antonino Scarcione, consulente ecclesiastico del Comitato di quartiere, che ha portato in dono un regalo inaspettato, un arazzo riproducente l’icona di Maria SS. delle Vittorie, dono molto apprezzato da tutti, e che ha trovato subito posto accanto all'immagine di papa Francesco, nella sala polifunzionale “Fabrizio Bertini”.  


La cerimonia che si è protratta per circa due ore, si è conclusa con la consegna delle pergamene e degli attestati di riconoscimento a tutti i soci invitati per l’occasione. 

Infine un dolce e un brindisi augurale a congedato tutti i convenuti nella sala della Presidenza “Gregorio Parlascino”.


Certamente la cerimonia del 10 giugno 2017, sarà ricordata quale giornata da tramandare ai posteri.  








 

 


 


 





















Nessun commento: