"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

sabato 13 gennaio 2018

Il Dott. Galati chiede il perché il distributore di benzina in piazza De Gasperi non sia stato ancora smantellato

Riceviamo e Pubblichiamo

Relativamente allo smantellamento del distributore di benzina di piazza Alcide De Gasperi, per ripristinare la piazza e fare posto ad una rotonda per lo snellimento del traffico urbano, il Dott. Francesco Galati invia all'Amministrazione Comunale, al Sig. Sindaco, all'Assessore ai Lavori Pubblici nonché al responsabile dell'ufficio Tecnico la presente nota di seguito riportata.
Naturalmente questo Comitato di quartiere Monte Mira, nel condividere l'impegno del Dott. Francesco Galati, sin da ora, sottoscrive il presente documento, certi che anche i presidenti degli altri tre quartieri Castellina, Canali e Casalotto appena verranno notiziati sull'argomento, nel condividere detta istanza, apporranno il loro placet.
   
Egg.i Sigg., 
lo scrivente nella qualità di Presidente della associazione Culturale MIRA 1163 rappresenta che:

a seguito informazioni risulta che agli atti insiste apposito progetto di recupero della piazza Alcide De Gasperi ove insiste una stazione per l'erogazione della benzina e derivati. Che la stessa deve essere smantellata per far posto ad una opera pubblica essenziale ai fini turistici per lo scorrimento dei bus e autoveicoli fermo restando che la risoluzione porterà beneficio non solo alla circolazione automobilistica ma anche all'immagine della Città;

da informazioni desunte risulta che il titolare abbia fatto ricorso al TAR e che non abbia presentata istanza di sospensiva di chiusura della struttura.Tale atto di mancata richiesta di sospensiva autorizza la pubblica amministrazione ad effettuare un intervento di immediata diffida di chiusura con il solo tempo necessario di svuotamento delle cisterne.

Si ribadisce che trattasi di interesse pubblico e che il tergiversare porta ad un interesse in favore del privato che per dirla in parole povere si fa un illecito arricchimento del privato a scapito di un interesse pubblico e che il recupero della piazza è di primaria importanza per la viabilità.

Certo che l'interesse primario della nostra Città venga posto in ambito superiore a qualsiasi interesse, sempre e comunque nel rispetto della legge, si porgono i più cordiali saluti.

In attesa di una risposta alla presente

                                                                               f.to Francesco Galati ( Presidente MIRA 1163)


Nessun commento: