"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

giovedì 14 giugno 2018

Si è messa in moto la macchina organizzativa di accoglienza del Santo Padre


Si è messa in moto la macchina organizzativa di accoglienza del Santo Padre a Piazza Armerina, che avrà luogo sabato 15 settembre alle ore 9:00. 

Stamani presso la Curia Vescovile di Piazza Armerina, negli ambienti del Museo Diocesano si è svolta una riunione operativa con gli ufficiali e il personale della gendarmeria vaticana, che ha coinvolto le varie istituzioni dello Stato italiano, che nel territorio cureranno ogni aspetto relativo la sicurezza di papa Francesco, prima, durante e dopo.

Una storica visita pastorale che certamente segnerà la città dei Mosaici e del Palio dei Normanni per gli anni a venire, una grande occasione per dare prova dell'ospitalità dei piazzesi alle migliaia di fedeli che si riverseranno in città già dai giorni che precederanno la visita pastorale del Santo padre.

Un occasione per la Città per mostrare tutta la sua bellezza e il fascino che emana il suo medievale centro storico con le tante chiese, il castello Aragonese, il sistema museale, la Villa Romana del Casale. 

Nel corso della giornata un elicottero dell'Aeronautica italiana, certamente quello che trasporterà il papa da Catania a Piazza Armerina e da Piazza Armerina a Palermo, ha sorvolato il cielo cittadino in lungo e in largo, per monitorare i percorsi che il papa effettuerà, in un bagno di folla lungo i viali fino in piazza Falcone e Borsellino, dove incontrerà i fedeli della Diocesi piazzese e di mezza Sicilia.

La presenza dell'elicottero al piano sant'Ippolito dove atterrerà il papa, ha permesso ai Vigili del Fuoco di mettere in atto le procedure operative che devono essere attuate in situazioni di emergenza, come quella di un incidente aereo che provochi un incendio.

                               Filippo Rausa






Nessun commento: