"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

lunedì 2 luglio 2018

Si chiude l’Anno Giubilare dedicato al Bicentenario dell’erezione di Piazza Armerina a Cattedra Vescovile.



Si chiude l’Anno Giubilare dedicato al Bicentenario dell’erezione di Piazza Armerina a Cattedra Vescovile. In attesa della visita di Papa Francesco, ripercorriamo tutti gli eventi di questo Giubileo. 

Martedì 3 luglio alle ore 18, nella Basilica Cattedrale avrà luogo la concelebrazione Eucaristica, presieduta dal vescovo mons. Rosario Gisana a conclusione del giubileo per i 200 anni dell’istituzione della diocesi di Piazza Armerina. Per l’occasione in tutta la Diocesi saranno sospese tutte le celebrazioni e le attività pastorali.
Un Giubileo, concesso dalla Penitenzieria Apostolica per il Bicentenario della Fondazione della Diocesi, avvenuta il 3 luglio del 1817 con la Bolla Pontificia “Romanus Pontifex”, di Papa Pio VII, iniziato lo scorso anno, 3 luglio 2017, con la celebrazione presieduta dall’arcivescovo di Agrigento il cardinale Francesco Montenegro.
L’Anno ha preso le mosse dall’Icona Biblica del libro dell’Apocalisse (22,17), voluta dal vescovo, “Lo Spirito e la sposa dicono: Vieni!” ed è stato segnato dalla semplicità così come era stato indicato dal consiglio presbiterale a suo tempo, senza “grandi eventi”, e manifestazioni esteriori ma caratterizzato da “segni” per lasciare una forma di permanenza all’interno della vita futura della Diocesi. Tra questi la Missione popolare e la scuola di Lectio Divina avviate attraverso una celebrazione in tutti i Vicariati.
Attorno a questi due segni sono state generate alcune iniziative legate alla memoria storica a partire da un aspetto particolare: il laicato. È stato realizzato il convegno celebrato lo scorso 7 maggio dal tema “La Chiesa piazzese tra memoria e profezia” per aiutare a valutare le scelte fatte nella diocesi per promuovere i laici per permettere di realizzare il loro ministero.
E come ulteriore segno per la formazione dei Laici col nuovo anno Pastorale sarà avviata la scuola di formazione teologica.
In quest’anno Giubilare il Vescovo ha consegnato alla Chiesa Piazzese il Piano Pastorale per gli anni (2017 – 2020) “Riscoprire la comunione vivendo la comunità” e gli orientamenti sinodali “La casa sulla roccia”, frutto del confronto sinodale sull’Amoris Laetitia.
L’apertura dell’Anno Giubilare, avvenuto alla vigilia della festa della Patrona della città e diocesi di Piazza Armerina Maria Ss. delle Vittorie, ha visto il pellegrinaggio dei vicariati nei giorni della quindicina di agosto in preparazione alla festa.
Un momento importante è stata la celebrazione in Cattedrale lo scorso 17 aprile con tutti i vescovi di Sicilia, presieduta da mons. Salvatore Gristina, arcivescovo di Catania e presidente della Conferenza Episcopale Siciliana.
In occasione del Bicentenario il vescovo mons. Gisana, ha composto una preghiera. Sono stati anche realizzati un inno dal titolo “Chiesa della Trinità” musicato dal maestro emerito della Cappella Sistina mons. Giuseppe Liberto e il logo del Bicentenario dal giovane grafico Giovanni Battista di Dio.
La visita del Santo Padre Francesco a Piazza Armerina, il prossimo 15 settembre, anche se non strettamente legata alle manifestazioni per il bicentenario, sarà il coronamento delle celebrazioni e un forte stimolo a proseguire con rinnovato entusiasmo la missione della nostra chiesa piazzese nella inculturazione del vangelo.
  

Nessun commento: