"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

Palio dei Normanni, 12/13/14 agosto

martedì 25 settembre 2018

Il Nobile Quartiere Monte Mira rappresenterà il Palio a Siena in occasione del Salone mondiale del Turismo delle città e siti Patrimonio Unesco

Mancano ormai pochi giorni alla storica visita del Palio dei Normanni alla città di Siena, che per eccellenza è la "capitale del Palio". 

Siena accoglierà la folta rappresentanza del nobile quartiere Monte Mira, vincitore dell'ultima edizione della Quintana del Saraceno, capeggiata dal coordinatore del Palio, Dino Vullo, dal presidente del quartiere Filippo Rausa e da altrettanti figuranti che comporranno la delegazione che rappresenterà il Palio dei Normanni, con i costumi medievali dell'XI secolo, il tutto, in occasione  del “World Tourism Event for Unesco Cities and Sites”, che avrà luogo da venerdì 28 e domenica 30 settembre, nella rinomata Città del Palio e dove il Comune di Piazza Armerina avrà un proprio stand espositivo. 

Il World Tourism Event..., ovvero il Salone mondiale del Turismo delle città e siti Patrimonio Unesco, sarà ospitato presso il Complesso museale di Santa Maria della Scala, che mette a disposizione i suoi ambienti monumentali; il tutto organizzato da M&C Marketing Consulting con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, del MIBAC, dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, della Regione Toscana, di Toscana Promozione Turistica, del Comune di Siena, di Confindustria Toscana Sud e con il supporto di Enit.

Il Salone intende essere non solo un momento di promozione delle Città e dei siti patrimonio dell’Umanità, ma anche occasione di riflessione e confronto sulle tematiche legate allo sviluppo di un turismo sostenibile, che preservi il patrimonio culturale locale e ne faccia, in maniera responsabile, il volano di sviluppo del territorio. 


In questo scenario, il nostro Assessore al Turismo e Beni Culturali, Ettore Messina, è riuscito a proporre e portare in vetrina, il Palio dei Normanni, già iscritto nel Registro delle Eredità Immateriali (REI) della Regione Siciliana, quale momento promozionale, culturale e di rilancio della manifestazione, oltre che alla rinomata Villa Romana del Casale.

Come più volte ribadito pubblicamente dall'Assessore Ettore Messina, nel corso di "Piazza d'Estate 2018", il Quartiere che si sarebbe aggiudicata la vittoria della 62^ edizione del Palio dei Normanni, avrebbe preso parte a questo importante avvenimento in rappresentanza della storica kermesse medievale, la più antica e rinomata del meridione d'Italia.

Un avvenimento e una vetrina senza precedenti nella storia del Palio dei Normanni, che pur essendo stato nei decenni trascorsi in giro per l'Italia, alla Bit di Milano, e in altre iniziative di promozione turistica e culturale, mai era stato rappresentato al Salone mondiale del Turismo delle città e siti Patrimonio Unesco.

Il corteo che rievoca le gesta di Ruggero d’Altavilla verrà accolto dall’Amministrazione comunale di Siena alla quale sarà consegnato, in segno di incontro e stima reciproca, il vessillo papale di Maria Santissima delle Vittorie. Proprio la figura di Maria è un importante trait d’union tra le due manifestazioni: in Sicilia, a Piazza Armerina il Palio si svolge in onore di Maria Santissima delle Vittorie, festeggiata il 15 agosto, giorno dell’Assunzione, così come a Siena il Palio di agosto è in onore dell’Assunta.

In Sicilia il Palio dei Normanni, che racconta l’integrazione tra il popolo arabo e i Normanni che Ruggero mise in atto, è più che mai attuale in un momento storico dove è invece troppo spesso difficile accettare “lo straniero”. Per questo, il corteo di 70 figuranti vedrà la presenza del giovane gambiano ospite del progetto SPRAR che lo scorso 15 settembre è stato vittima di violenza da parte di razzisti proprio nella giornata della visita di Papa Francesco a Piazza Armerina.

Un plauso all'Assessore Ettore Messina che è riuscito a coniugare gli importanti eventi, riuscendo a dare voce e palcoscenico alle dinamiche dell'integrazione, che certamente avranno una risonanza mediatica non indifferente; così come un plauso ai prodi Cavalieri giostranti del nobile quartiere Monte Mira, che con la vittoria ottenuta nel recente Palio dei Normanni, permetteranno alle rappresentanze del Quartiere, di sfilare a Siena, e di potere festeggiare degnamente un'altrettanta ricorrenza, infatti, il Comitato di Quartiere proprio tra la fine di settembre e gli inizi di ottobre festeggia i suoi 35 anni di vita, da quel non lontano 1983, anno di fondazione del sodalizio, che sin dall'inizio per volontà dei proponenti soci fondatori, veniva costituito per fare sentire alle istituzioni, la voce dei quartieranti, sobbarcandosi oneri ed onori nella "rappresentanza" civica dello storico quartiere.

Da quei giorni, acqua sotto i ponti ne è passata tanta, e la provvidenziale occasione di rappresentare il Palio a Siena, viene vista come la ciliegina sulla torta, a coronamento di decenni di impegno di tanti soci, di paziente lavoro svolto giorno dopo giorno per la crescita di un quartiere che seppure è il cuore del centro storico, soffre dell’incuria di una politica che fatica a capire come la bellezza dei Quartieri puo e deve essere la risposta credibile e sostenibile alla drammatica crisi economica e sociale.


                                  Laura Saffila















Nessun commento: