"Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata" (Margaret Mead)

Quello che fai per te stesso morirà con te,quello che fai per gli altri rimarrà per sempre


.

.

News Armerine

Loading...

mercoledì 26 novembre 2014

Piazza la Notizia, nuovo sito web



Da qualche giorno un nuovo sito internet nello scenario dell’informazione a Piazza Armerina, “Piazza la Notizia” un sito per comunicare e rendere edotti i cittadini dell’attività svolta dell’Amministrazione Comunale.  

Un sito come strumento per le politiche di comunicazione del Sindaco, semplicità d’uso, completezza delle informazioni contenute e la tempestività nella pubblicazione delle stesse.

Di seguito il link: www.piazzalanotizia.it 

Allo staff del Sindaco auguriamo buon lavoro. 

Cena Conviviale



Sabato 29 novembre, alle ore 21:00 ritorna la consueta Cena Conviviale tra i soci, i quartieranti, i simpatizzanti del nobile quartiere Monte.

La cena avrà luogo presso l’
HOTEL VILLA ROMANA,
Menù della serata:
1^ portata
Risotto con punte di asparagi
Cavati alla boscaiola
Spaghetti all’araba
2^ portata
Arista maiale al forno
Scaloppina di vitello
Patate al forno
3^ portata
Coppa di gelato con frutti di bosco
Cassatella di ricotta
            Vino rosso e acqua minerale

Costo della Cena è di € 14,00.

Chiunque voglia partecipare può prenotare contattando uno dei soci del quartiere o telefonando ad uno dei numeri telefonici di seguito indicati.

Filippo Rausa 338.8397598
Salvatore Oliva 347.1337404
Francesco Di Bartolo 392.6409699 

lunedì 24 novembre 2014

Auguri alla neo dottoressa Felicia Talluto

 
Nei giorni scorsi una nostra quartierante Felicia Talluto, si è laureata in lettere moderne con il massimo dei voti presso l’Università degli Studi di Catania.

La neo dottoressa Felicia proseguirà gli studi con un corso di laurea in filologia moderna, con lo studio di italianistica e francesistica a Padova con interateneo con Grenoble.

A Felicia, il Presidente, il Consiglio direttivo nel complimentarsi, Augurano un futuro ricco di soddisfazioni nel brillante percorso della Sua vita.



domenica 23 novembre 2014

La Domenica con Gesù, CRISTO RE DELL' UNIVERSO / A

……… per tutti coloro che desiderano lasciarsi guidare dalla Parola di Dio: un commento per meditare e per prepararsi alla Liturgia della Santa Messa domenicale

Testi: "...Andrò in cerca della pecora perduta e ricondurrò all' ovile quella smarrita, fascerò quella ferita e curerò quella malata..." Ez 34, 11-12. 15-17 . 

"...Se per mezzo di un uomo venne la morte, per mezzo di un uomo verrà la risurrezione dei morti..." I Cor 15, 20-26.28 . 

"...Quando il Figlio dell' uomo verrà nella sua gloria...Siederà sul trono...Verranno radunati tutti i popoli...Venite benedetti del padre mio...Perchè ho avuto fame e mi avete dato da mangiare..." Mt 25, 31-46 .

A conclusione dell'Anno Liturgico, il Concilio Ecumenico Vaticano II ha collocato, opportunamente, la Festa di Cristo Re dell' Universo. In essa si celebra la signoria di Cristo su tutto il creato. Il titolo di "re", attribuito a Gesù, però, va compreso bene. Di fatto, nei vangeli, egli è chiamato con questo titolo, in più occasioni. Ad es., quando Pilato, rivolgendosi a Gesù, lo interroga proprio sulla sua regalità. Gesù non la nega, anzi, risponde con la parole: " Tu lo dici" (Mt 27, 11). Anche la scritta sulla croce indica: "Costui è Gesù, il re dei Giudei" (Mt 27, 37).

- "Io stesso condurrò le mie pecore al pascolo". All' immagine del re è opportuno associare quella di pastore. Infatti, nell' Oriente antico, i re designavano sè stessi anche come pastori del popolo. Anche se, in realtà, questo nome evoca una connotazione negativa; ad es., il potere di vita o di morte sui sudditi. Ma sappiamo che Gesù è un re e un pastore assai diverso. Egli, infatti, si caratterizza così: 

"Ecco, io stesso cercherò le mie pecore...io stesso condurrò le mie pecore al pascolo e io le farò riposare. Andrò in cerca di quella perduta...fascerò quella ferita e curerò quella malata. Egli è il pastore, che offre la vita per le pecore" (Gv 10), egli stesso ha voluto farsi "agnello" e si è messo dalla parte di coloro, che vengono calpestati e uccisi. La Chiesa, giustamente, nella preghiera del prefazio, definisce il regno, inaugurato da Gesù, regno di verità e di vita, di santità e di grazia, di giustizia, di amore e di pace.

- "Siederà sul trono a giudicare nella sua gloria". Infine, il re è anche giudice, che instaura un regno di giustizia e, quindi, si mostra esigente verso le pecore, curate con amore ed esortate da Lui, a vivere una giustizia più grande di quella degli scribi e dei farisei (Mt 5, 20). Infine, l' immagine del giudice, che siede in trono e separa gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dalle capre, appare particolarmente efficace. A questo punto, possiamo riflettere sul fatto che questa pagina ricorra al termine di un Anno Liturgico.

Potremmo, quindi, interrogarci, su quale frutto abbia portato in noi l' itinerario di fede di un intero anno. Quale sia stata la nostra capacità di riconoscere il volto di Cristo nel nostro prossimo.

                    Mons. Antonino Scarcione

Cosa è mai l'Amicizia

L'amicizia è un valore molto importante nella vita, infatti non si riesce ad immaginare quale immenso, piatto deserto possa essere l'esistenza di un uomo senza amici.

Molto spesso siamo portati a definire "amici" tutte quelle persone con le quali abbiamo dei rapporti frequenti, con cui scambiamo quattro chiacchiere o usciamo e non ci rendiamo conto che in realtà la maggior parte di costoro sono dei semplici conoscenti, l'amico è ben altro: è colui con il quale possiamo sempre e comunque essere noi stessi, senza veli, senza finzioni, che conosce tutti i nostri pregi ma anche i nostri difetti e nonostante ciò non ci chiede di cambiare; una persona alla quale sentiamo di poter confidare i nostri pensieri, i segreti più intimi, senza timore di essere giudicati; è colui al quale possiamo dare tutta la nostra fiducia sicuri che non ci tradirà mai; all'amico puoi chiedere una mano senza che lui pretenda un tornaconto personale; è chi ti resta vicino non per cosa hai, ma per chi sei; che prova gioia a stare con te, anche se non condivide necessariamente tutti i tuoi interessi.

Gli amici non sono nostri "cloni", ma sono un completamento di noi stessi, con i quali si crea una perfetta sintonia per cui anche senza bisogno di grossi discorsi, l'altro sa già cosa vuoi dire e viceversa, anzi l'amico è colui con il quale puoi anche stare in silenzio.

La cosa più importante in un rapporto di amicizia, è il rispetto unito naturalmente alla sincerità, alla comprensione ed alla reciproca complicità.

L'amicizia è un legame profondo e confidenziale che unisce due o più persone, infatti questo sentimento ha un pregio fondamentale: si può distribuire tra molti individui, con varie sfumature, senza che nessuno di essi si senta svalutato.

Il "gruppo" vive importanti e decisive esperienze che restano indimenticabili nella vita di ogni uomo, ma è fondamentale che all'interno dello stesso ognuno trovi lo spazio necessario per esprimersi, confrontarsi, condividere, mantenendo una certa propria libertà di scelta.

Certamente in virtù del carattere si riusciranno ad avere dei buoni rapporti di conoscenza con tutti e di vera amicizia con alcuni, forse non molti.

Per la maggior parte si tratterà di persone che si frequento da immemorabile data con cui si è condiviso esperienze belle e brutte, di risate e di lacrime; questi amici ci aiuteranno a crescere e cresceranno con noi creando quella perfetta sintonia.

E' chiaro che la frequenza regolare, quasi giornalmente, con queste persone ci influenzerà reciprocamente soprattutto in relazione agli hobby, alle passioni e nel nostro caso alla vita di quartiere.

Concludo con una poesia molto appropriata di Gibran Kahlil Gibran

"Amico mio, tu e io rimarremo estranei alla vita, e l'uno all'altro, e ognuno a se stesso, fino al giorno in cui tu parlerai ed io ti ascolterò, ritenendo che la tua voce sia la mia voce: e quando starò ritto dinanzi a te pensando di star ritto dinanzi ad uno specchio".

Raccolta differenziata, il 15 dicembre si parte

Tutto è ormai pronto per la campagna di sensibilizzazione della raccolta differenziata che precederà di quindici giorni l'inizio del nuovo servizio fornito dalla TEKRA. Questo pomeriggio tavolo tecnico all'ufficio Territorio e Ambiente per stabilire gli ultimi dettagli dell'operazione. Roberto Rainoldi, responsabile della TEKRA spiega alla città: "Siamo di fronte a una svolta epocale, tutti i cittadini sono chiamati a partecipare con impegno e buona volontà".

L'angolo della Poesia



Di seguito una breve poesia di Roberto Lavuri

SE NON CI FOSSE DIO NON CI SAREBBE VITA
SE NON CI FOSSE VITA NON CI SAREBBE AMORE
SE NON CI FOSSE AMORE, NON CI SAREBBE DONNA
SE NON CI FOSSE DONNA, NON CI SAREBBE UOMO
SENZA UNIVERSO NULLA SENZA LE STELLE IL BUIO.

venerdì 21 novembre 2014

La Cattedrale, raccolta di foto di Giuseppe Di Vita

Giuseppe Di Vita ci presenta una sua raccolta di foto dell'interno della Basilica Cattedrale di Piazza Armerina, lavoro sublime e stupefacente, complimenti ancora.
Musica: Piazza Armerina, Corde Oblique.

Cena Conviviale, la locandina

Cena Conviviale tra i soci, i quartieranti, i simpatizzanti del nobile quartiere Monte;
chiunque voglia partecipare può prenotare contattando uno dei soci del quartiere o telefonando ad uno dei numeri telefonici indicato nella locandina. 




L'aforisma della Settimana


giovedì 20 novembre 2014

Pulizia caditoie

via Misericordia
Come da noi richiesto e sollecitato all’Amministrazione comunale, ed oggetto di un’interrogazione al sindaco Miroddi da parte del Consigliere Laura Saffila; stamane nel quartiere, precisamente nella zona piazza Crocifisso, via Misericordia, via Maiorana, hanno iniziato a pulire e svuotare le caditoie piene di melma, detriti provenienti dalla continua usura del manto stradale e rifiuti lasciati ai bordi delle vie dai soliti incivili. 

Grazie a questo intervento, l'acqua che in futuro si depositerà all'interno delle caditoie potrà fluire liberamente, senza fuoriuscite di fanghiglia, un lavoro di grande importanza non solo per la viabilità ma soprattutto per la vivibilità dei residenti, che durante i temporali, si sono ritrovati con gli appartamenti al piano terra di piazza Crocifisso sistematicamente allagati. 

Nei prossimi giorni altre caditoie verranno manutenzionate per liberarle dal materiale accumulato le cui condutture non riescono più a smaltire le acque piovane. 

Il servizio è curato dalla TE.KRA, la nuova società di smaltimento rifiuti in collaborazione con l'Assessorato all'ambiente e lavori pubblici, diretto dal vice sindaco Giuseppe Mattia.

Con la società TE.KRA per contratto e senza costi aggiuntivi, diversamente da quanto succedeva con AtoEnnaeuno, il servizio di monitoraggio e intervento sarà curato periodicamente.

Piccole cose che ieri sembravano insormontabili e che oggi grazie all'input dell'Amministrazione Miroddi rientrano nella normalità.